terra fuochi ricerca di fusti di rifiuti tossici

Dal 13 ottobre al 15 dicembre scorso sono stati effettuati, nell’ambito dell’attività di vigilanza antiroghi, 747 sopralluoghi, di cui 387 nella provincia di Napoli, 235 in quella di Caserta, 54 nella provincia di Avellino e 71 in quella di Salerno. I dati sono stati forniti dall’Arpac Multiservizi, che costituisce il supporto operativo dell’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale Campania per il servizio di vigilanza e controllo del territorio. Nel corso dei sopralluoghi sono state segnalate oltre 2000 episodi di criticità.

In dettaglio, sono state rilevate 780 presenze di rifiuti urbani, 1168 di rifiuti speciali, 256 di rifiuti contenente amianto e 28 roghi.

“Esprimo – sottolinea l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano – un vivo ringraziamento per le attività svolte dall’Arpac, a partire da quelle relative al contrasto al fenomeno dei roghi. La Giunta Caldoro è quotidianamente impegnata affinché le legittime e motivate richieste sottoscritte dai cittadini siano soddisfatti. Anche su questo fronte non abbassiamo la guardia e siamo fortemente impegnati per un programma complessivo di attività finalizzato a contrastare il fenomeno della combustione dei rifiuti in alcune zone, in particolare della provincia di Napoli e di Caserta, ed in generale di tutto il territorio regionale.”