Teatro, il Covid non ferma il Must di Catania

DI FAUSTA TESTAj’

Il Covid-19 non ha bloccato neanche il coraggio di G. Dipasquale, direttore Artistico-socio e regista e di V. Contadino socia ed attrice del teatro MUST di Catania infatti pochi giorni fa mi è arrivata l’e-mail dell’ufficio stampa Antonella Guglielmino con l’invito alla presentazione della stagione 2020-2021.Il teatro è stato uno dei settori più colpiti dal lockdown dice il direttore Dipasquale, “ era già in una situazione di difficoltà generale e ha dovuto subire anche questa battuta d’arresto, molte compagnie hanno visto interrotte le programmazioni nei vari teatri Italiani, noi stessi per Decreto Presidenziale, abbiamo dovuto chiudere i battenti ed interrompere la programmazione quando ancora tre spettacoli ci separavano dalla fine della stagione ma non ci siamo lasciati abbattere e abbiamo voluto ripartire per dare un segnale di speranza e perchè un Paese senza cultura e senza teatro è un Paese senza civiltà”.

L’Ass. Regionale allo Sport-Turismo-Spettacolo M. Messina illustra tutto ciò che il suo Assessorato ed il Governo Musumeci ha fatto per i Teatri pubblici, come di loro dovere, e per quelli Privati come il MUST spiegando che per quelli Pubblici hanno raddoppiato il FURS e per i Privati che non fanno parte del FURS hanno stanziato in finanziaria 10 milioni di euro, 5 milioni ricadevano nell’accordo Stato-Regioni e questi sono disponibili da subito, gli altri 5 milioni andranno ad incrementare i Fondi Poc  e si sta aspettando la riprogrammazione del Ministero ma gli avvisi sono quasi pronti quindi si stanno per emanare, questi Fondi serviranno ai T. Privati per il mancato sbigliettamento del lockdown e per i mesi estivi che sono stati alquanto critici, sempre per i Privati il Governo Musumeci stanzierà altri 5 milioni di euro per la perdita dei posti dovuta alle misure che si devono prendere per il Covid ad Es. Il MUST che ha 200 posti con il distanziamento potrà farne occupare massimo 100 i 100 posti che si perdono li comprerà la Regione Siciliana per compensare la perdita degli introiti.

Hanno deciso anche di allargare quelli che sono i parametri imposti dal D.C.M. 200 posti al chiuso e 1000 all’aperto sempre nel rispetto del distanziamento sociale,hanno stanziato più di 32 milioni di euro per il restauro di tutti i teatri della Sicilia Pubblici e Privati e per il T. Massimo Bellini di Catania, che perde acqua dal tetto, stanno prevedendo un altro milione e mezzo in più, infine Il Fondo RIS(Fondo che l’Assessorato mette a disposizione dei Teatri che vivono difficoltà di Bilancio),non solo è stato incrementato di altri 2 milioni di euro ma dal 2020 vi sarà consentito l’accesso anche ai T. Privati che devono avere compiuto almeno 3 anni di attività, attingeranno a questo finanziamento pubblico a tasso zero che dev’essere restituiti  in 20 anni.Anche l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania, rappresentato da B. Mirabella,presente alla conferenza, ha dato un piccolo contributo(dato che il Comune di Ct è in dissesto)erogando i Fondi della Tassa di soggiorno, dando quest’anno, molto più spazio al teatro, al Catania Summer Fest e promettendo che se in autunno, a causa del Covid, non ci fossero le condizioni per stare bene dentro le sale teatrali tutti gli spazi pubblici della città saranno a disposizione, poi la Mirabella ringrazia Dipasquale e la Contadino(che ha anche l’ingrato compito di far quadrare i conti del MUST) per aver avuto il coraggio di, come dice il loro motto di quest’anno, The Show MUST go on.Sono 2 le grandi novità certe di questa stagione, un appuntamento mensile d’incontri con personaggi dello spettacolo che possono essere drammaturghi, cantanti, scrittori, registi, giornalisti, quest’appuntamento si chiamerà :”Dal Vivo”, e la collaborazione anche nella gestione con la Casa Di Creta-Teatro Argentum Potabile fondata e diretta nel 1996 da Antonella Caldarella e Steve Coble.

Le date del calendario verranno comunicate fra 15 giorni, s’inizierà con i 3 spettacoli che il pubblico(Primo vero sostenitore del MUST) non ha potuto vedere che fanno parte della Sezione MUST COMICO gli Spettacoli sono: “STONCHITI”regia di T. Giordano Produzione VIDEOBANK di M. Guardia Pappalardo e L. Chiechio tratto da Martoglio(mix di personaggi) protagonisti G. Jelo e F. Costanzo che fa i ruoli femminili mentre Guia interpreta 3 ruoli maschili.

LAZZARETTI E LAZZARIATI”di N. Mignemi regia di M. Mignemi , interpreti:Mimmo e Margherita Mignemi, A. Tosto, S. Consolo, A. Fragalà, si mettono in risalto con ironia i problemi della sanità.”GIULIETTA E ROMMEO”Regia G. Dipasquale con M. Mignemi e N. Schiano trasposizione di un vecchio mito del teatro sempre in chiave comica.

Nella tradizione del grande teatro popolare “L’EREDITA’ DELLO ZIO CANONICO”Regia di Dipasquale di A. Russo Giusti chiude questa Sezione.SEZIONE MUST CONTEMPORANEO è formata da 3 spettacoli :”IL MIO NOME E’ CAINO” di C. FAVA, con N. Bruschetta, Regia L. Giacobbe, fa entrare, grazie alla regista, con leggerezza nel percorso del T. Civile sulla mafia.Altro testo riscritto dal mito è”CLITENNESTRA-IL PROCESSO”di A. Daddario, Regia di S. Tringali con V. Contadino e un gruppo di danzatori curati da A. Gatti Produzione M. D. A, lo spettacolo ha già avuto un grande successo l’anno scorso e quest’anno girando per i T. Di Pietra.Ultimo spettacolo di questa Sezione:”MIA FIGLIA VUOLE PORTARE IL VELO”con V. Contadino e L. Solfizi di S. Negri, testo molto interessante che affronta le tematiche: religiose, del pregiudizio, del confronto generazionale, dell’emancipazione.

Ed infine la SEZIONE DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA, Rassegna del T. Argentum Potabile, dove si dà spazio agli autori siciliani e non che sperimentano portando novità, la Rassegna che si chiama “PRESENTE PROSSIMO”vede la presenza di  5 spettacoli : “ DINAMICO CON BRIO”di A. Caldarella, riscritta a causa del covid per evitare il contatto fisico tra gli interpreti, dà come messaggio il sogno di poter costruire un mondo più bello. “FIDELITY CARD” scritto ed interpretato da N. Tirante e G.Arcadipane che fanno parte della compagnia “Nutrimenti Terrestri”, ha vinto il Premio Teatri del Sacro.”GIOCO DA RAGAZZI”di S. Coble con A. Caldarella, un noir con una storia tutta da scoprire.”DUE PASSI SONO”di Carullo/Minasi, anche loro compagnia emergente del nuovo teatro pluripremiata, portano con il loro modo di fare particolare questo spettacolo ironico e divertente a conclusione della Rassegna “EGGEYEWORLDanche questo di S. Coble, spettacolo dove il corpo e le immagini hanno grande importanza.

Un Progetto di Steve e Antonella è la scuola di teatro EXTRA/ORDINARIA che sarà fatta al MUST e darà la possibilità ai giovani che vogliono crescere ed essere creatori del proprio futuro di formarsi con varie arti teatrali.S. Coble sempre al MUST ogni Martedi pomeriggio, condurrà un laboratorio teatrale in lingua Inglese per i ragazzi dalla II Media fino alla V Superiore. Non mancherà l’attenzione per i bambini con spettacoli scritti da A. Caldarella e prodotti dalla Casa di Creta nell’ambito del T. Per ragazzi che si concretizzano nella Rassegna “IL TEATRO DEI GIGANTI”composta da 4 spettacoli di cui 2 saranno compagnie ospiti “NAVI ARGO” e una compagnia Abruzzese “TEATRI MONTANI”compagnie professioniste specializzate nel T. per ragazzi, le musiche degli spettacoli saranno realizzate da S. Coble e A. Chevo. La Contadino ci ricorda che il Must e stato pensato  come luogo di aggregazione a 360 gradi e ringrazia per la collaborazione Claudia e Loredana , le 2 ragazze che gestiscono la Birreria dalle 18 del pomeriggio a mezzanotte. E si finisce con Dipasquale che prima invita M. Vinci a fare anche quest’anno la sua bellissima Rassegna “COMIX” e poi lancia una pillola di veleno alla trasmissione in Streeming del teatro dicendo che “ il teatro è condivisione, contatto, sarò all’antica ma per me quello non è teatro”.

Go to TOP