Taratnto, riprende il processo per disastro ambientale

Dopo una sospensione di circa un mese per un difetto di notifica emerso nella precedente udienza, riprende domani in Corte d’Assise a Taranto il processo per il disastro ambientale dell’Ilva con 47 rinviati a giudizio, di cui 44 persone fisiche e 3 societa’. Il giudice Michele Petrangelo, che presiede la Corte, ha fissato un calendario serrato: ci sara’ udienza domani, martedi’ e mercoledi’. Trattandosi di udienze iniziali, si trattera’ di affrontare questioni preliminari e la richiesta di costituzione di nuove parti civili oltre alle circa mille che si sono gia’ costituite tra enti locali, ministeri, associazioni di agricoltori, militicoltori e allevatori, sindacati e famiglie delle vittime dell’inquinamento o della mancata sicurezza sul lavoro. Non e’ improbabile che la difesa di Fabio Riva, uno dei 47 imputati del processo, chieda un rinvio a causa dell’impossibilita’, per il proprio assistito, di essere presente in aula.

Go to TOP