Taormina Film Fest, ecco tutti i vincitori della 65° edizione

Taormina Film Fest, ecco tutti i vincitori della 65° edizione

Di Fausta Testaj’

Nella 65esima Edizione Del Taormina Film Fest si sono alternate star Internazionali e Nazionali come N.Kidman, O.Stone, P. F. Favino, Octavia Spenser(premio Oscar)Julia Ormond, P.Greenaway(Che girerà in Toscana Lucca Mortis con Morgan Freeman),P. Noyce, R. Dreyfuss, M. Bellocchio,M. Calopresti,M. Fonte, M. G. Cucinotta, Bruce Beresford,( A spasso con Dasy) A. Haber,Martha Coolidge, le abbiamo viste sfilare sul Red Carpet allestito in Piazza IV Aprile, appositamente per farle stare più vicine ai cittadini.I direttori Artistici G. Casadonte e S. Bizio quest’anno hanno voluto omaggiare B. Bertolucci,passato a miglior vita il 26 Novembre 2018, con il Manifesto rappresentativo dell’evento, che mostra due giovanissime S. Sandrelli e D. Sanda nella scena del Tango del “Conformista”. La Sanda arrivata dall’America Latina, dove ormai vive da anni, durante la MasterClass tenuta insieme al regista D. Lucchetti, ha ricordato con commozione come fu girata quella scena, dicendo che lei non aveva mai ballato il tango in vita sua ma con Bertolucci tutto diventava possibile, le ha spiegato come doveva muoversi ed è riuscito a farle avere la giusta sensualità anche se danzava con una donna, perchè lui era un poeta non solo sul set, anche nella vita.A Taormina c’era anche Maria Cristina Heller, una delle poche attrici Italiane veramente Internazionali, ha lavorato con Ron Howard, Roger Young, D.Argento, P. Avati, nelle serie TV Americane(lei ormai, da quando ha sposato un regista americano conosciuto sul set di un importante lavoro dedicato alla Bibbia dal titolo Jesus si è trasferita a Los Angeles)Law and Order, the last ship, in Italia però, ancora oggi il pubblico la identifica con il ruolo che le diede la notorietà da giovanissima, Valeria, la bella inquilina dell’attico di Casa Vianello per la quale Raimondo aveva un debole facendo ingelosire Sandra.La Heller a breve inizierà a Roma le riprese di un importante film dal titolo “Governance”, prodotto dalla Alba Produzioni di Sandro Frezza( la stessa diPicciridda), La Regia sarà del Franco/Italiano Michael Zampino e nel cast oltre alla Heller ci saranno attori di tutto rispetto come Massimo Populizio e Vinicio Melchionne.Ma torniamo a questa 65esima Edizione del Festival che con 78 film in programma, in rappresentaza di 24 Paesi diversi,ha dichiarato vittoria sia in loco che sui Social.

I PREMIATI

La giuria lungometraggi, composta da Oliver Stone, André Aciman, Carlo Siliotto, Paolo Genovese, Elisa Bonora, Carolina Crescentini e Julia Ormond ha decretato come vincitori:

Premio Cariddi D’oro per il miglior film: Show Me What You Got, di Svetlana Cvetko
Premio Cariddi D’argento per la miglior regia: Minhal Baig per Hala
Premio Cariddi D’argento per la miglior sceneggiatura: Picciridda, scritta da Paolo Licata e Catena Fiorello con la collaborazione di Ugo Chiti e basato sul romanzo di Catena Fiorello
Premio maschera di Polifemo per il miglior attore: Jarrid Geduld per il film Ellen: die storie van Ellen Pakkies
Premio maschera di Polifemo per la miglior attrice: Jill Levenberg per il film Ellen: die storie van Ellen Pakkies

Menzioni speciali: “Nello spirito delle giovani donne viste in Hala, Show me what you got, Picciridda, This Teacher, Vai, In the life of Music e Azali vorremmo onorare le interpretazioni di Marta Castiglia e Lucia Sardo nel film Picciridda”.

La giuria documentari composta da: Donatella Finocchiaro, Bedonna Smith, Andrea Pallaoro e Patrizia Chen ha assegnato il Premio Cariddi.

Premio miglior documentario a One Child Nation diretto da Nanfu Wang e Jialing Zhang.Donatella Finocchiaro in qualità di Presidente di Giuria  prende la parola per la motivazione“un film che ci ha commosso profondamente per la sua onestà e per il suo impegno a dare luce su un momento buio nella storia che continua ad avere impatto sulla vita di miliardi di persone intorno al mondo oggi”.

Menzioni speciali a Patma Tungpuchayakul per Ghost Fleet e a Andrea Crosta per Sea of Shadows. La motivazione della giuria recita: “due personaggi che abbiamo incontrato nei film che abbiamo visto e che hanno toccato i nostri cuori come eroi, avendo messo la loro vita in pericolo e rischiando tutto per difendere l’umanità e il futuro del pianeta”.

Videobank award grand prix documentary a Revealing Ukraine diretto da Igor Lopatonok

Gli altri premi:

Premio Videobank a Guja Jelo
Premio Videobank a Mario Incudine
Premio Angelo D’Arrigo a Oliver Stone
Premio del Festival a Luca Josi, Executive Vice President, Brand Strategy, Media & Multimedia Entertainment di Tim Vision “per il significativo contributo che ha dato al cinema in Italia con le sue pubblicità collegate all’immaginario filmico”.
Premio Wella a Maria Grazia Cucinotta
Menzione Taormina Film Fest al corto “Il giorno più bello”, scritto e diretto da Valter d’Errico e prodotto da Jo Champa “per essere vicino a tutte le persone vittime di violenza e per aver veicolato il messaggio che la denuncia e’ fondamentale. Denunciate!”

Premio Center Stage Competition per il Miglior Film della giuria di studenti delle università di Catania e Messina, coadiuvato da studenti internazionali a Spiral Farm, di Alec Tibaldi, con Piper De Palma
Premio Center Stage Competition Miglior Regia a Julia Butler per Slipaway
Premio Special Air Italy per un giovane emergente siciliano a Marta Castiglia per la sua interpretazione in Picciridda

Nel corso di questi giorni hanno ricevuto il Taormina Arte Award: Bruce Beresford, Nicole Kidman, Phillip Noyce, Fulvio Lucisano, Peter Greenaway e Octavia Spencer, oltre a Martha Coolidge, Julia Ormond e Alessandro Haber e Dominique Sanda che lo hanno ricevuto nel corso della cerimonia finale presentata egregiamente dalla conduttrice di tutte le serate Carolina Di Domenico coadiuvata dalla incantevole Madrina Rosìo Munoz Morales.

Share this post