E’ aperta battaglia per la salvaguardia dell’ incantevole affaccio sul mare di punta Izzo, già dichiarato luogo della memoria e dell’identità siciliana: qui la Marina Militare ha in programma di ripristinare il poligono di tiro inattivo dal 1983.

Il progetto, che ha un costo di quasi 4 milioni, ha già ottenuto il via libera dalla regione, l’autorizzazione paesaggistica della soprintendenza di Siracusa. Per il coordinamento che si batte contro la Marina, la destinazione d’uso è incompatibile con il massimo livello di tutela ambientale riconosciuto all’area. Oltre mille firme già raccolte. Ora si tenterà di bloccare il nulla osta ai lavori con un ricorso al tribunale.