“Viva Napoli, viva il Meridione. Non riconosciamo l’Italia nazione”. Questo il testo di uno striscione apparso la scorsa notte ai piedi della statua di Giuseppe Garibaldi, nell’omonima piazza a Napoli. Sullo striscione sono state aggiunte due date: quella del 17 marzo 1861, data ufficiale di nascita del Regno d’Italia, e quella di oggi, 17 marzo 2019, nella quale se ne celebra il 158° anniversario.

La foto dello striscione è stata pubblicata sulla pagina Facebook della Brigata Spalletella, “gruppo antirazzista” che supporta il progetto dell’Afro Napoli United, club calcistico che milita nel girone A di Eccellenza Campania. “Ancora oggi – si legge nel testo che accompagna la foto – paghiamo lo scotto della violenza barbara e devastante di questa Italia unita. Totalmente a trazione settentrionale, saccheggiando e distruggendo la nostra terra, questa ‘unità’ è stata madre di deportazioni e genocidi, terre usurpate e violenza verso il dissenso. Oggi nessuna data importante da celebrare, solo 158 anni per non dimenticare un Nord padrone e un Sud schiavo”.