Lo sapevi che prima del 2000 molti medici credevano che nessuno dei loro pazienti potesse essere carente di vitamina D ? Ma da quando la tecnologia per misurare la vitamina D è diventata accessibile, sono stati condotti ulteriori studi. Secondo il dott. Michael Holick, circa il 50% della popolazione generale possa essere a rischio di carenza di vitamina D.

L’unico modo per sapere con certezza se sei carente di vitamina D è attraverso un esame del sangue. Ma i segni e i sintomi che accompagnano questa carenza potrebbero essere d’aiuto. Se uno dei seguenti sintomi si applica a te, potrebbe essere una buona idea andare dal medico e far controllare il sangue, perché potresti essere carente di vitamina D.

Pelle più scura: Holick spiega che se hai la pelle più scura, potresti aver bisogno di 10 volte in più di esposizione al sole per ottenere la stessa quantità di vitamina D di un individuo con pelle pallida. Aggiunge che il pigmento della pelle agisce come una protezione solare naturale, quindi più pigmento hai, più tempo hai bisogno di stare al sole.

segni di carenza di vitamina D

Sbalzi di umore: secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Geriatric Psychiatry , uno dei segni di carenza di vitamina D è nell’umore. Per dimostrare questa teoria, i ricercatori hanno studiato 80 pazienti anziani e hanno scoperto che coloro che avevano il più basso livello di vitamina D avevano 11 volte più probabilità di essere depressi rispetto a quelli che avevano livelli sani di vitamina D.

segni di carenza di vitamina D

Se hai almeno 50 anni: secondo l’ International Society for Clinical Densitometry , circa il 95% degli anziani potrebbe essere carente di vitamina D. Il motivo non è solo perché passano molto del loro tempo in casa; un’altra ragione è che producono meno quando sono esposti al sole. Aggiungono che una persona anziana di età superiore ai 70 anni produce il 30% in meno di vitamina D rispetto a una persona più giovane con la stessa esposizione solare.

segni di carenza di vitamina D

Obesi, sovrappeso o massa muscolare alta: Holick spiega che la vitamina D è liposolubile, il che significa che il corpo la raccoglierà. Quindi, se sei sovrappeso o obeso, il tuo corpo avrà bisogno di molta più vitamina D della persona media. Lo stesso vale per coloro che hanno un sacco di muscoli e massa corporea, aggiunge.

segni di carenza di vitamina D

Stanchezza: Holick dice che molti pazienti che visitano il proprio medico e si lamentano di dolori ossei e muscolari vengono mal diagnosticati con fibromialgia o sindrome da stanchezza cronica. Non è un errore raro, ma quello che consiglio è che prima che il dottore ti diagnostichi, chiedi un esame del sangue della vitamina D solo così puoi escluderlo se torna negativo.

Testa sudata: secondo Holick, una testa sudata è uno dei primi segni di carenza di vitamina D. Aggiunge che molti medici erano soliti chiedere alle neomamme se il loro bambino appena nato avesse una testa sudata. L’eccessiva sudorazione nei neonati dovuta all’irritabilità neuromuscolare è ancora descritta come un sintomo precoce della carenza di vitamina D.

Problemi di intestino : come accennato in precedenza, la vitamina D è liposolubile, quindi se si hanno problemi gastrointestinali che influenzano la capacità del corpo di immagazzinare il grasso, si potrebbe avere un minore assorbimento di vitamine liposolubili come la vitamina D, dice Holick. Alcune condizioni intestinali comuni comprendono la sensibilità al glutine di Crohn, celiaca e non celiaca e la malattia infiammatoria intestinale.

Fonti di vitamina D: Secondo i dietisti del Canada , ecco le grandi fonti di vitamina D: prodotti a base di cereali, succo d’arancia, yogurt bianco, salumi, maiale, fegato di manzo, salmone, uova e frutta e verdura. Basta ricordare, se si verifica uno dei sintomi citati, consultare il proprio medico, perché potrebbe essere carente di vitamina D.