Simula una rapina per rubare l’incasso: in manette una ristoratrice

Gli agenti del commissariato di Polizia San Ferdinando, a Napoli, hanno denunciato in stato di libertà, per simulazione di reato e appropriazione indebita, una 25enne che lo scorso 10 ottobre aveva riferito di essere stata rapinata di poco meno di 7mila euro in Via Tommaso Campanella. La giovane, responsabile di un noto ristorante pizzeria di Via Caracciolo, denunciò ai poliziotti che dopo aver prelevato l’incasso dal locale, si era diretta alla sua banca, in Via Tommaso Campanella ma, una volta giunta nei pressi dell’istituto di credito era stata bloccata e minacciata con una pistola da un uomo che le aveva poi rubato la borsa. Il racconto fornito dalla presunta vittima non ha convinto però gli investigatori. Molte infatti le differenze e inesattezze raccontate alla Polizia. I poliziotti, in seguito ad accurate indagini, hanno poi accertato che la donna aveva inventato tutto per appropriarsi dei soldi. Proseguono le indagini della Polizia per verificare se la giovane è stata aiutata da un complice.

Go to TOP