.  In Sicilia l’area di centro che fa capo al leader di Alternativa popolare Angelino Alfano non è quel 10-12% che lui accredita, ma un più realistico 5-6%. Una percentuale che vale oro: potrebbe essere determinante per la vittoria del centrosinistra o il centrodestra. E per sbarrare a strada a Grillo lanciatissimo alla conquista della terra di Trinacria con il candidato governatore Giancarlo Cancelleri, che inizierà il 5 agosto un tour elettorale nelle principali spiagge siciliane con due pesi massimi, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista. Silvio Berlusconi, intervistato da Repubblica, si sente a tutti gli effetti guida del centrodestra. Pronto a riaprire la trattativa sulla legge elettorale, disponibile a un sostegno condizionato alla missione in Libia, porte aperte agli ex di ritorno ma in una formazione ad hoc diversa da Fi. Quanto ad Alfano e al suo “partito di governo”, per il Cavaliere un’intesa ci sarà solo in Sicilia e a livello locale. Matteo Salvini lancia un grande messaggio di distensione a tutto il centrodestra: «Uniti si vince!». Dopo avere a lungo preso le distanze dai suoi alleati naturali, oggi il segretario della Lega si trova in linea con Silvio Berlusconi. Non è più tempo delle punture di spillo tra gli alleati: è giunto il momento, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, di mettersi attorno a un tavolo e di stilare un vero programma concordato.