Sicilia, 7,5 milioni per sostenere gli spettacoli

Ammonta a 7,5 milioni di euro la  dotazione finanziaria del Fondo unico regionale dello spettacolo  prevista per il 2016 e approvata ieri dalla giunta regionale della  Sicilia. La ripartizione del Fondo tra tutti i soggetti beneficiari,  prevede 5 milioni per i soggetti privati e 2,5 milioni per enti e  associazioni a partecipazione pubblica. “Quest’anno pubblichiamo il  bando a maggio e non come accaduto spesso a novembre – spiega  all’Adnkronos l’assessore regionale al Turismo e Spettacolo Anthony  Barbagallo – L’obiettivo è quello di consentire agli enti di fare una  programmazione delle attività per tempo e di offrire così anche  un’offerta migliore dal punto di vista turistico”.

Fra le novità di quest’anno, la nuova categoria dei teatri comunali e  il raddoppio delle risorse destinate alle bande musicali. “Si tratta  di 173 mila euro – spiega l’assessore – Una scelta che rispecchia la  volontà di riconoscere un ruolo a queste categorie che, soprattutto  nei piccoli centri, svolgono una funzione di aggregazione e anche di  formazione sociale”. Centomila euro sono destinate alle attività  scolastiche mentre è aumentata la dotazione finanziaria per la  circuitazione teatrale nei teatri di provincia il che, aggiunge  Barbagallo, “eviterà quella tendenza a concentrare le produzioni nei  teatri delle tre grandi città siciliane creando una produzione di  serie A e una di serie B”.

L’aspetto “più innovativo” del Furs riguarda l’introduzione di quattro criteri per l’assegnazione delle risorse. “Abbiamo voluto creare un  sistema di premialità – afferma Barbagallo – per chi assicura repliche sotto i 5 euro, per chi prevede la presenza nell’opera di artisti  under 35, per gli spettacoli rivolti alle famiglie e alle scuole e per i teatri che circuiteranno nel progetto Teatri di Pietra”.

Go to TOP