SERIE A, IL PUNTO DI CIRO MURO. Juventus Campione, ma è ancora aperta la sfida per un posto in Champions

image

Di Ciro Muro
Vincendo sul campo della Sampdoria con un goal di Vidal, la Juventus si laurea Campione d’Italia con quattro giornate di anticipo giocando una gara tutt’altro che facile contro una Samp subito arrembante che per lunghi tratti ha fatto la partita grazie soprattutto alla vivacità di Muriel, sicuramente il migliore tra i blucerchiati. Per Allegri il massimo risultato ottenuto con il minimo sforzo in attesa della sfida di Torino con il Real Madrid per una Champions League da sognare!
La Roma sembra aver ritrovato forma, gioco e risultati vincendo in casa con il Genoa una partita combattuta avendo però sempre il pallino del gioco in mano riconquistando il suo pubblico di nuovo appassionato e contento delle belle prestazioni che si stanno susseguendo. Il giovane Florenzi chiude il match con un goal fantastico e si conferma giocatore di grandi qualità tecniche. La classifica ritorna a sorridere per la Roma che supera di slancio la Lazio piazzandosi al secondo posto.
La Lazio, appunto, fermata sul pari a Bergamo contro un’Atalanta mai doma, pur con alcuni squalificati, che si lancia all’attacco costringendo i celesti a subire l’iniziativa trovando il goal dell’ex Biava. E’ Parolo a pareggiare i conti nonostante il forcing dei nerazzurri che finiscono per conquistare un punto utile per la salvezza; c’è rammarico invece per la Lazio che scivola terza in classifica.
Il Napoli liquida il Milan al san Paolo in inferiorità numerica dal primo minuto di gioco per un fallo di rigore, parato poi da Diego Lopez, di De Sciglio e conseguente cartellino rosso. Nel primo tempo il Napoli non riesce ad approfittare del vantaggio numerico ma nella ripresa, dopo qualche mugugno del pubblico, Benitez sostituisce l’impalpabile Jorginho con Gabbiadini e, arretrando Hamsik, trova la chiave tattica del match: proprio il capitano, dopo l’inserimento di Mertens, apre le marcature che in sei minuti distruggono il Milan anche con i goal di Higuain e Gabbiadini. Quarto posto assoluto per il Napoli, con un occhio alla Champions, e crisi nera per il Milan di Pippo Inzaghi.
La Fiorentina, vincendo nettamente a Cesena, supera le Genovesi in classifica e si lascia alle spalle le quattro sconfitte consecutive: una doppietta di Ilicic e un goal di Gilardino bastano a regolare il Cesena in campo con una formazione molto offensiva avendo già un piede in serie B e Montella, pur con la testa a Siviglia, avvertendo il pericolo di un colpo di coda dei bianconeri schiera una formazione senza stravolgere troppo quella titolare, un turnover equilibrato che gli permette di aggiudicarsi la vittoria e il momentaneo quinto posto.
L’Inter si scontra in casa con il Chievo, squadra ostica che sa difendersi bene, pareggiando l’ennesima gara; dopo un tempo marca Inter il Chievo prende coraggio dall’atteggiamento costretto degli avversari, mettendo in seria difficoltà i neroazzurri che si salvano nel finale grazie alla traversa e ad Handanovic. Un pareggio che non serve a Mancini, impantanato in una posizione di classifica che con il gioco proposto difficilmente potrà migliorare.
L’Udinese vince a Verona centrando la salvezza con un goal di Di Natale che si inventa la rete che permette di espugnare il Bentegodi; le squadre hanno fatto vedere un buon calcio giocato a ritmi piacevoli e dopo il vantaggio bianconero Luca Toni si carica la sua squadra sulle spalle alla ricerca spasmodica del pari che non arriverà.
Tra Sassuolo e Palermo un pari senza goal e senza emozioni al Mapei Stadium, un punto che serve solo ai neroverdi per fare un piccolo passo verso la salvezza.
Il Cagliari ce la sta mettendo tutta per non retrocedere e la matematica è ancora dalla sua parte; contro il Parma, al Sant’Elia, i rossoblu offrono spettacolo senza subire goal, regolando la pratica Parma con un gioco convincente e conquistando altri tre punti che in classifica valgono oro.
In attesa della partita tra Torino e Empoli che completerà la 34° Giornata, il prossimo turno ci offre lo scontro incrociato tra le squadre di Roma e di Milano: Lazio-Inter e Milan-Roma saranno le partite di cartello. Speriamo che vinca lo spettacolo!

Go to TOP