Scuola, università e lavoro, la rete per combattere la disoccupazione


Sarà la rete “Scuola, Università, Lavoro” il tema nevralgico del Forum annuale dell’Orientamento in Campania che si svolgerà giovedì 5 Dicembre a partire dalle ore 9.30 e sarà ospitato anche quest’anno dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

L’iniziativa, giunta alla sua quinta edizione, nasce da un protocollo d’intesa tra il Servizio di Orientamento dell’Università Suor Orsola Benincasa e l’Ufficio Scolastico Regionale della Campania e si rivolge ai dirigenti scolastici, ai docenti referenti della funzione orientamento ed a tutti gli operatori delle oltre seicento scuole secondarie superiori della Regione Campania con l’obiettivo di favorire le buone prassi formative in materia di orientamento, condividere esperienze e promuovere nuove iniziative.

“Che quello dell’orientamento sia un tema di importanza nevralgica per il futuro dei giovani – spiega Paola Villani, responsabile del Servizio di Orientamento dell’Università Suor Orsola Benincasa – lo dimostra la recente attenzione del Consiglio dell’Unione Europea che ha raccomandato agli Stati membri l’istituzione di una “Garanzia per i giovani” per rilanciare, attraverso il ricorso a Fondi sociali europei e a fondi strutturali, le politiche di occupazione giovanile. E per fortuna anche l’attuale Governo italiano, alle prese con un dato di disoccupazione che ha superato la soglia storica del 40% e un numero di NEET, giovani che non studiano e non lavorano, inferiore solo a Grecia e Turchia, ha inteso recepire tali indicazioni prevedendo, nella Legge di stabilità 2013, 6,6 milioni per potenziare da subito l’orientamento degli studenti della scuola secondaria di primo e di secondo grado, promuovendo sinergie virtuose fra istituzioni, enti, imprese, scuole e università”.

E saranno proprio il tema della creazione di tali reti, che supportino strategie e politiche occupazionali e quello delle nuove normative che coinvolgono il mondo della formazione e quello delle professioni ad essere al centro dei lavori del Forum Regionale dell’Orientamento 2013.

Alla sessione plenaria che sarà aperta alle ore 9.30 dal Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa Lucio d’Alessandro, e dal Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Diego Bouché, e sarà coordinata dal direttore del Centro di Lifelong Learning del Suor Orsola, Fabrizio Manuel Sirignano, prenderanno parte Domenica Addeo, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale,, Natascia Villani, Manager didattico dell’Università Suor Orsola Benincasa, e Andrea Bachrach, coordinato del settore Formazione dell’Unione Industriali della Provincia di Napoli.
Alle 11.30 spazio ai workshop curati dal Servizio di Orientamento del Suor Orsola che saranno dedicativi all’orientamento narrativo, al rapporto tra percorsi formativi accademici e mercato del lavoro e ai nuovi percorsi per l’integrazione degli studenti con disabilità con la best practice del Laboratorio “L’Arte apre alla disabilità”, ideata dal Servizio di Ateneo per le Attività di Studenti con Disabilità dell’Università Suor Orsola Benincasa.

“Con la quinta edizione del Forum Regionale l’Università Suor Orsola Benincasa – spiega il Rettore Lucio d’Alessandro – conferma il suo impegno in prima linea in tema di orientamento alla formazione all’università e al lavoro, cresciuto negli anni in maniera esponenziale con una serie di servizi dedicati: il Servizio di Orientamento, il Servizio Job Placement, il Centro di Lifelong Learning, l’Ufficio Stage studenti sono tutti in prima linea per offrire un tutorato personalizzato che accompagna i giovani dalla scuola al mondo lavoro, attraverso la carriera universitaria. Un percorso per altro sempre più difficile, perché i dati parlano chiaro: il calo del 17 % di iscritti all’università, unito all’aumento progressivo dei giovani inoccupati (40 % nel Mezzogiorno) sono strettamente collegati alla mancanza di strategie di orientamento. Spesso molti ragazzi non sanno scegliere, scelgono male, tardi, senza adeguate informazioni e strumenti di conoscenza di sé, dell’università e del mondo del lavoro. Questo perché non hanno strumenti adeguati per scelte di vita, professionali e di studio che siano davvero consapevoli, rispondenti alle loro inclinazioni ma anche ad un mercato del lavoro in continua evoluzione. Ed è proprio su questo terreno che sentiamo forte la nostra responsabilità formativa”.

E una nuova linfa per percorsi di orientamento sempre più all’avanguardia è arrivata anche dal recente decreto del Ministro Carrozza che come sottolinea il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Diego Bouché, “è stato un passo di grande importanza per il perseguimento degli obiettivi di diffusione del valore educativo e formativo del lavoro, anche attraverso una serietà di novità: come la previsione di giornate di formazione in azienda rivolte agli studenti della scuola secondaria superiore e un programma sperimentale per lo svolgimento di periodi di formazione in azienda per gli studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di secondo grado. Una scelta di ampliamento delle possibilità di contatto degli studenti con il mondo del lavoro, che può sicuramente aiutare il percorso di orientamento per una scelta più consapevole degli studi universitari”.

Share this post