Scandalo ambiente, scoperta una discarica di rifiuti speciali nel ragusano

discarica illegale

La polizia ha scoperto una discarica a cielo aperto di rifiuti speciali in una vasta area, tra i Comuni di Ragusa e Santa Croce Camerina, a pochi metri dalla spiaggia di Caucana. Tra gli accumuli di rifiuti anche amianto, serbatoi in pvc utilizzati per liquidi tossici, diversi elettrodomestici che stavano gia’ perdendo liquidi dalle bombole di gas refrigerante ed oggetti in plastica. Sono stati alcuni incendi, che hanno interessato l’area nei giorni scorsi, a fare emergere quanto c’era sotto i rifiuti organici. Gli investigatori, giunti sul posto, hanno notato alcune macchine di movimento terra, poco piu’ distanti dall’area, che stavano spostando dei rifiuti ed in particolar modo stavano preparando il terreno per un eventuale seppellimento dei rifiuti speciali.

Da un controllo accurato di ben 40.000 metri quadrati di un’area di proprieta’ di una societa’ ragusana, rappresentata legalmente da T.S. di 62 anni, e’ emerso che vi erano diversi cumuli di rifiuti speciali in piu’ micro aree della zona interessata. Il proprietario e’ stato cosi’ denunciato e tutta l’area e’ stata sottoposta a sequestro preventivo al fine di impedire la reiterazione del reato. Nei prossimi giorni verranno effettuati dei sopralluoghi da parte di personale specializzato per stabilire se tutta l’area dovra’ rimanere sottoposta a sequestro o solo quella interessata dai rifiuti, inoltre dovra’ essere accertato l’eventuale inquinamento della falde acquifere e dei prati vicini dove abitualmente pascolano greggi delle vicine aziende casearie.

Go to TOP