Stamattina, con il Presidente della Regione De Luca, è stata inaugurata la nuova stazione di interscambio di Scampia. I lavori sono stati consegnati con due mesi di anticipo rispetto al cronoprogramma e con una spesa di circa il 5 per cento inferiore rispetto a quanto programmato. I lavori erano fermi dal 2010. “Ad Agosto 2017 abbiamo riaperto il cantiere, oggi consegniamo l’opera”, ha detto De Luca.
Il nuovo edificio è su due livelli per una superficie di 1200 mq al piano terra, con ascensori, impianto di diffusione sonora, telecamere, finiture e rivestimenti di pregio, allestimenti artistici.
EAV ha inoltre realizzato una nuova piazza di circa 2800 mq pavimentati con nuovi sottoservizi e servizi di pubblica illuminazione e videosorveglianza. Installato un albero di Natale di 12 metri e arredo urbano con verde. “Abbiamo donato alla Municipalità un tagliaerba per la cura del verde. Aspettiamo con ansia che venga effettuato l’allacciamento del nuovo impianto di illuminazione della piazza ad opera di Citellum (Comune). Sarebbe ingiusto che tutta la città è illuminata a festa e solo la nuova piazza di Scampia debba restare nella penombra”.
Stamattina all’alba ha iniziato la sua opera Jorit (due opere raffiguranti Pasolini ed Angela Davis) con questa frase: “ti insegneranno a non splendere…e tu splendi, invece”. “Vogliamo riportare la periferia al centro dell’attenzione. Da Scampia gli sguardi di Pasolini ed Angela Davis sulle periferie del mondo, sulle periferie emarginate, sulle diversità. Un nuovo centro crocevia di popoli e di razze”, ha concluso De Luca.

Di Enrica Procaccini

Napoletana, giornalista professionista, collaboratrice del Mattino, esperta di comunicazione