Salvini: “Non sospenderemo le partite per i cori razzisti”

Salvini: “Non sospenderemo le partite per i cori razzisti”

“Chi decide e in base a quale criterio oggettivo se sospendere una partita? Ricordo che in Milan-Juve i buu dei tifosi rossoneri erano per Bonucci: chi decide se quella e’ discriminazione? Servono criteri oggettivi che in questo caso sono difficilmente individuabili, quindi sono contrario alla sospensione delle partite”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini al termine della riunione odierna sulla violenza nel mondo del calcio a Roma. “La mia preoccupazione e’ quella di non mettere in difficolta’ l’arbitro, che ha gia’ il suo bel da fare. E penso anche agli operatori di pubblica sicurezza: ho condiviso la scelta di non sospendere Inter-Napoli, non perche’ sia favorevole ai buu razzisti ma perche’ i problemi esterni allo stadio potevano essere maggiori – ha sottolineato Salvini in conferenza stampa -. E’ un tema scivoloso, e’ difficile individuare il criterio di discriminazione tra i buu al bianco, al giallo, al nero, i cori contro i napoletani o gli juventini. Preferisco prevenire e sensibilizzare che sospendere le partite”.

Share this post