Poeta, scrittore, giornalista, attore di teatro (quello vero fatto di vita, di strada, di esperienza) Rosario Lubrano si impone alle pagine della nuova letteratura contemporanea con discrezione, timidezza e sensibilità umana e artistica. I suoi scritti pur dimostrando un carattere deciso, nitido e vivido mettono in luce quella tristezza derivante dalla consapevolezza della caducità della vita  labile e sfuggente, ma allo stesso tempo la sua realtà per alcuni versi bella e intensa ma per altri evanescente ed immaginaria.

Immagini di morte, silenzio, timore, torpore e dignità percorrono la poesia “ Bianco rosso e neve “ dove l’autore narra un’esecuzione di un condannato a morte per mano di un uomo comandato a farlo: valori dimenticati degradati quali la vita stessa, la dignità umana, vita vissuta nella fragilità dell’essere che si inserisce nell’ingiustizia e nella violenza della perversione umana.

A volte retrospettivo, altre pronto e immediato l’autore dimostra nelle sue opere come le istituzioni sociali imprigionano il flusso vitale: una critica all’identità individuale che si rivela infine inconsistente, convenzionale sovrapposta a un variare indistinto di stati d’animo, ora placidi ora turbolenti, un continuo apparire ed estraniarsi da questa società ormai priva di valori fondanti, vittima dell’apparire, dell’essere, della visibilità pubblica.

Riflessioni, emozioni e sentimenti filiali emergono nella lirica “ Mamma è un Dio per un figlio”: dolce e delicata rivela non solo il grande amore per la genitrice ma è rivolto come un inno a tutte le donne madri e non che subiscono, tacciono, amano di quell’unico amore.

Lubrano scrive anche nel suo vernacolo, la sua lengua napoletana dove le emozioni si fanno più forti e intense, senza distacco con determinismo preciso senza tacitare gli strati più profondi della psiche, della passionalità della forza umana dei sentimenti a cui non si può sfuggire. Rosario Lubrano una poesia intesa come illuminazione e rivelazione dei sentimenti di un uomo che vive il suo tempo, la sua realtà, il suo ambiente e assapora consapevolmente ogni istante di questa breve intensa vita.

Di B. S. Aliberti Borromeo

Specialista in storia delle religioni e filosofia teoretica, insegna a Jena, Messina, Roma e Budapest.