Referendum, sui mercati cresce l’allarme Italia

«Questi qui sono serial killer, stanno espropriando il futuro, stanno rubando il futuro di vostro figlio, di vostro nipote». Beppe Grillo lancia in rete il suo videomessaggio e grida il suo no alle riforme di Matteo Renzi. Vuole che la gente «esca dalla depressione» e vada a votare. Un invito condito da un messaggio durissimo: «Se avessi vent’anni non so come reagirei. Qui siamo oltre la dittatura, perché se fosse una dittatura, un Pinochet, un generale con le medaglie che dicesse “sono un dittatore” e si facesse riconoscere, allora uno si organizza, va in clandestinità, fa il carbonaro, reagisce». Le parole del leader dei 5 Stelle gettano altra benzina sul fuoco della campagna referendaria. (…) Puntuale arriva la replica di Matteo Renzi. «Non cascateci: Grillo, che è uno straordinario professionista della comunicazione, dice che noi siamo i serial killer e tutti rispondono, ma così nessuno parla più delle firme false. Metaforicamente parlando sono all’angolo» dice il premier.

Go to TOP