Record mondiale per l’opera di Juan Gris, venduta a 41,8 mln di euro

Prosegue l’ondata delle aste record registrate dalla casa Christie’s di Londra. Dopo l’asta di eri che ha visto il Ritratto di Jacqueline Roque di Picasso, battuto per 20,2 mln di euro ora è la volta di un’altra vendita record raggiunta dalla grande tela intitolata ”Nature morte a’ la nappe a’ carreaux’ del pittore spagnolo Juan Gris, pioniere del cubismo (1887-1927). Il capolavoro, è stato aggiudicato ieri notte per 34,8 milioni di sterline pari 41,8 milioni di euro, stabilendo un nuovo record mondiale. Stimata tra 12 e 18 milioni di sterline, al termine di un’accesa gara al rialzo l’opera ha quasi triplicato il suo prezzo finale ed è stata acquistata da un collezionista privato che ha chiesto l’anonimato. Una tela di Piet Mondrian, intitolata ”Composition No. 2 with Blue and Yellow” del 1930, è stata venduta per 12,4 milioni di sterline (14,9 milioni di euro). Una famosa scultura di Alberto Giacometti, ”Trois hommes qui marchent I”, sublime esempio di multifigura, è stato battuto per 9 milioni di sterline (10,8 milioni di euro). Un celebre dipinto di Fernand Leger, ”Les cylindres colores” del 1918, è stato pagato 12 milioni di sterline (14,5 milioni di euro). Una tela di Claude Monet , dal titolo ”L’Eglise de Varengeville; soleil couchant” (1882), è stata battuta per 5,6 milioni di sterline (6,8 milioni di euro). Da segnalare, infine, un nuovo record del pittore futurista Carlo Carrà: la tela ”Solitudine” aggiudicata per 3.106.500 di sterline.

Go to TOP