Puglia, sequestrati beni per 350mila euro a un pregiudicato

La Direzione Investigativa Antimafia di Bari e il Commissariato di Polizia di Andria (BT) hanno eseguito un decreto di confisca di beni per un valore di oltre 350.000 euro riconducibili ad un pregiudicato andriese, Nicola Sgaramella di 42 anni, attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, più volte arrestato per traffico di droga, ricettazione, rapine ed altri reati con il patrimonio e la persona. Il decreto di confisca, che ha riguardato due immobili nel comune di Andria, conti correnti bancari e un veicolo, è stato disposto nell’ambito di una misura di prevenzione personale e patrimoniale dal Tribunale di Trani – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del procuratore della Repubblica di Bari – Direzione Distrettuale Antimafia. Le indagini sul patrimonio dell’intero nucleo familiare nonché sui beni riconducibili a Sgaramella, condotte dalla DIA di Bari e dal Commissariato di polizia di Andria, hanno permesso di acclarare la sproporzione tra i redditi dichiarati e il suo tenore di vita.

Vai a TOP