Presentato lo Sportello unico per l’edilizia del Comune di Catania

Un evento con una grandissima partecipazione che ha anche suggellato la sinergia tra il Collegio dei Geometri, l’amministrazione comunale di Catania e l’Università. Si è svolto venerdì 24 marzo 2017, presso la sede del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della provincia di Catania, organizzatore insieme all’Ordine regionale dei Geologi, l’incontro rivolto ai tecnici che si occupano di edilizia, per fare conoscere le peculiarità dello Sportello Unico per l’Edilizia del comune di Catania e le criticità del recepimento in Sicilia del D.P.R. 380 attraverso la L.R. 16 e del successivo D.Lgs. 222/2016. Tanti i professionisti che hanno voluto cogliere l’occasione per conoscere il nuovo strumento informatico comunale che, tramite la suite @kropolis, “ha l’obiettivo di rendere più semplice la vita lavorativa di voi professionisti”, come afferma il direttore dell’ufficio Urbanistica e gestione del territorio Comune di Catania, Biagio Bisignani. “Per farlo però, è necessario che ci sia un cambio culturale. Una delle innovazioni più importanti nella gestione delle pratiche – afferma il responsabile comunale – è quella della loro oggettivazione. Una volta inserita la pratica nel sistema, infatti, tutti i funzionari dell’ufficio saranno in grado di evaderla. Questo permetterà, soprattutto nei periodi di ferie, di evitare il blocco del processo di lavorazione con l’obiettivo di ridurre la tempistica per la definizione della pratica a 20 giorni”, spiega Bisignani.

Tra gli intervenuti, accolti dal Presidente del Collegio dei Geometri di Catania Paolo Nicolosi, gli assessori del Comune di Catania all’Urbanistica, Salvatore Di Salvo e ai Lavori Pubblici, Luigi Bosco e Antonino Cubito, consigliere regionale dell’Ordine dei Geologi di Sicilia. Tutti hanno sottolineato l’importanza e la valenza dell’incontro e della sinergia tra l’amministrazione e i tecnici professionisti “i quali, con le loro capacità, – dichiara l’assessore Luigi Bosco – possono dare un grossissimo contributo per il miglioramento della città, sia per la messa in sicurezza degli edifici dal punto di vista sismico, sia per il valore aggiunto a tutti i cantieri che la città ha e avrà”.

L’evento formativo dello scorso 24 marzo, aperto a tutti i professionisti del settore, anticipa inoltre quello che sarà organizzato dal Comune di Catania “Probabilmente il mese prossimo, non appena avremo le procedure ancora più definite”, annuncia l’assessore Di Salvo. Il sistema è già attivo, ma ancora in fase beta, ovvero va ancora limato e per questo l’assessore all’Urbanistica da una parte chiede scusa “per gli inevitabili disagi durante la fase di innovazione del sistema che comunque – dice – porta un vero e proprio cambio culturale nell’approccio lavorativo e un’accelerazione alle procedure amministrative”; dall’altra, proprio al fine di migliorare, chiede la collaborazione attiva di tutti i professionisti.

“Noi tecnici stiamo molto contribuendo perché si metta a punto una macchina che funzioni in modo ottimale. Al momento siamo però come dei neo-patentati per cui dobbiamo esercitarci per utilizzare nella maniera più consona il mezzo; una volta padroneggiato, potremo andare molto più veloci e percorrere più strada”, è la metafora del presidente del Collegio dei Geometri di Catania Paolo Nicolosi che, ancora una volta, porta i Geometri a essere tra le più attive categorie professionali nel panorama della formazione all’avanguardia. Il vice presidente Giuseppe La Rosa, organizzatore dell’evento, oltre ad offrire una propria relazione sulla L.R. 16 e sugli sviluppi della stessa legge nell’immediato futuro (esponendo anche quanto emerso a seguito della convocazione delle Consulte in IVa Commissione all’ARS dello scorso 22 marzo), ha moderato gli interventi dell’Ing. Bonaccorsi e del Geom. Ranno del comune di Catania che hanno illustrato in modo chiaro e dettagliato il funzionamento del S.U.E.

Vai a TOP