Circa 16mila fan su Facebook, più di 2mila su Twitter e Instagram, quasi duecento nuovi utenti al giorno che entrano in contatto con i social della Soprintendenza, una forte presenza di pubblico femminile (58%), su una rete di provenienza mondiale. Pompei, a sei mesi dall’avvio delle piattaforme social registra una più che soddisfacente crescita di interesse da parte del pubblico virtuale, ovvero da parte di quegli utenti che sono già stati o verranno in visita al sito. Questo nuovo canale di comunicazione, obbligato e più adeguato ai tempi correnti, non poteva non coinvolgere il sito di Pompei allo scopo di comunicare in tempi veloci le varie attività della Soprintendenza oltre che divulgare la bellezza del luogo e della sua storia attraverso il racconto ,soprattutto per immagini, del sito e puntando a coinvolgere fasce trasversali di pubblico di ogni età, provenienza e background culturale. E dunque attraverso i principali canali social Facebook, Twitter e Instagram, che si aggiungono al sitoInternet www.pompeiisites.org, la Soprintendenza mantenendo una linea scientifica, racconta delle attività in corso, dei cantieri di restauro, delle riaperture al pubblico di edifici restaurati e svela luoghi nascosti o prospettive particolari del sito.

Un pensiero su “Pompei segreta fa boom sui social, la pagina diventa virale”

I commenti sono chiusi.