Palermo calcio, false le notizie sul riassetto della società

Palermo calcio, false le notizie sul riassetto della società

Zero dubbi sulla nuova proprieta’ del Palermo. Il club rosanero ha diffuso una nota per smentire “categoricamente le NOTIZIE diffuse sulla stampa relative ad un assetto di controllo e ad organi sociali della societa’ diversi da quelli gia’ comunicati. Si conferma pertanto che: il passaggio di proprieta’ delle azioni del Palermo da Maurizio Zamparini e dalla societa’ a lui riferibile Gasda Srl e’ avvenuto, con iscrizione su libro soci, in data 20 dicembre 2018; l’azionista al 100% delle azioni e’ ora la societa’ Palermo Football Club SpA che a sua volta e’ detenuta al 100% da Sport Capital Group Investmens Ltd. La capogruppo e’ la societa’ Sport Capital Group Plc, quotata al NEX di Londra, che, in quanto societa’ quotata, ha molteplici soci, la cui identita’ e percentuali di capitale detenuto sono disponibili sul sito della societa’. Nelle tre societa’ U.S. Citta’ di Palermo SpA, Palermo Football Club SpA, Sport Capital Group Investments Ltd, gli amministratori sono John Treacy, Clive Richardson ed Emanuele Facile. Mepal Srl e’ detenuta al 100% da Sport Capital Group Investments Ltd ed ha come amministratore unico Emanuele Facile”.

Secondo il club rosanero “il mancato recepimento di questi elementi nella documentazione resa disponibile dalla Camera di Commercio e’ dovuto, a seconda dei casi, a tempi tecnici di lavorazione, a ritardi, a normative che rimandano l’aggiornamento della composizione dei soci alla data di presentazione del bilancio. Relativamente alle comunicazioni inviate alla Lega B sono state fornite, nei tempi previsti, la documentazione richiesta dei soci di riferimento e degli amministratori nonche’ le lettere di buon standing finanziario dei soci di riferimento. La Lega B ha richiesto della documentazione integrativa che e’ in fase di produzione. Per quanto riguarda le risorse finanziarie a supporto dell’operazione, si rimanda a quanto comunicato dalla Sport Capital Group Plc”. Dal Palermo, infine, “rammarico per la diffusione di NOTIZIE false o imprecise e si riserva di intraprendere le opportune iniziative per tutelare l’immagine della societa’ e dei suoi amministratori”.

Share this post