I lavori del cantiere del nuovo porto di Tremestieri entrano nel vivo con l’arrivo del primo carico di materiale approdato con la nave Wagon B proveniente dalla Turchia. A bordo le camicie d’acciaio ed altro materiale importante per continuare i lavori che daranno la possibilità alla Coedmar di iniziare nel concreto le opere a mare del nuovo porto a sud.Uiltrasporti Messina – commenta il segretario Nino Di Mento- dopo tante contestazioni sui tempi di realizzazione dell’opera, esprime soddisfazione e auspichiamo che questo materiale possa essere messo in opera al più presto, per arginare il fenomeno degli insabbiamenti degli approdi che troppo spesso hanno interrotto l’operativa del porto.Resteremo vigili sui lavori e, in attesa di tutto ciò, Di Mento ricorda la richiesta avanzata alla Prefettura per l’istituzione del protocollo d’emergenza. Proprio in questo periodo, ogni anno, le sciroccate mettono a forte rischio gli scivoli, per questo abbiamo lavorato con Amministrazione e Consiglio Comunale affinché gli Approdi, in caso di non funzionamento, siano adibiti ad area di stoccaggio, ed i mezzi contigentati presso gli imbarchi del porto storico e di Rada San Francesco. La proposta all’attenzione della Prefettura e del nuovo Prefetto di Messina mira a salvaguardare occupazione e sicurezza cittadina nei momenti in cui l’approdo non è operativo o di interruzione della navigazione a causa di avverse condizioni meteo marine.

Leave a Reply

  • (not be published)