Le notizie del giorno. Scoppia il caso dell’immunità per i parlamentari – Faccia a faccia Renzi-Hollande – Padoan: ridurre il peso delle tasse

Politica interna
 
Riforme – Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi ha confermato che l’accordo con Forza Italia su riforme costituzionali e legge elettorale è raggiunto: “Siamo interessati ad ascoltare le proposte del Movimento 5 Stelle. Ma non si può ricominciare da capo e ritardare il processo, dobbiamo andare avanti con determinazione”. Sul caso dell’immunità per i senatori introdotta negli emendamenti, il leghista Roberto Calderoli ha proposto: “Se ci sono dubbi sull’immunità allora togliamola anche ai deputati”.
 
Papa – Papa Francesco, durante la messa celebrata nella Piana di Sibari davanti a più di 200 mila persone, ha attaccato la criminalità organizzata: “Coloro che nella loro vita seguono questa strada di male, come sono i mafiosi, non sono in comunione con Dio: sono scomunicati”. Inoltre il Papa ha chiesto ai giovani di combattere la ‘ndrangheta “che adora il male”.
 
Politica estera
 
Pse – Il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il presidente francese François Hollande si sono incontrati per un faccia a faccia prima di raggiungere gli altri partecipanti alla riunione della sinistra europea. Renzi e Hollande hanno discusso delle priorità della prossima Commissione europea, annunciando il loro sostegno alla nomina del popolare Jean-Claude Juncker alla presidenza in cambio di un riorientamento della politica economica dell’Unione europea, con un accento sulla lotta alla disoccupazione e sul rilancio dell’economia.
 
Iraq – I miliziani sciiti hanno marciato armati per le strade di Bagdad e di altre città, minacciando di attaccare ed eliminare i terroristi dell’Isis. Sul piano militare la situazione è in stallo: l’Isis ha preso la città di Qaim, al confine con la Siria, per consolidare le sue posizioni, ma non sta marciando su Bagdad. Intanto sono arrivati in Iraq i primi consiglieri militari statunitensi, che hanno avvertito che gli Stati Uniti non torneranno a combattere sul terreno.
 
Economia e Finanza
 
Padoan – Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, in occasione della celebrazione dei 240 anni della Guardia di Finanza, ha lanciato l’allarme sulla pressione fiscale che ostacola la ripresa economica: “è urgente intervenire contro la pesante pressione fiscale che è ostacolo al ritorno a ritmi di crescita in linea con i partner internazionali”. La Guardia di Finanza, dall’inizio dell’anno, ha scoperto più di 3.000 evasori totali e ha recuperato quasi 10,3 miliardi all’estero.
 
Draghi – Il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, al quotidiano olandese Telegraaf, ha affermato che le turbolenze nei mercati finanziari possono bloccare la ripresa nell’area dell’euro, che resta debole e diseguale con una disoccupazione ancora molto alta. Inoltre Draghi ha detto che un eventuale piano di acquisto di bond è possibile per combattere la deflazione.
Go to TOP