Le notizie del giorno. Renzi all’attacco contro la corruzione. Napolitano: l’Italia ha recuperato credibilità. Confindustria: contratti di lavoro più flessibili

renziPolitica interna
 
Renzi – Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, intervistato al Teatro San Carlo di Napoli da Ezio Mauro nell’ambito della kermesse “La Repubblica delle idee”, ha annunciato un provvedimento per dare i poteri al presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone: “Chi volesse negare un’evidente responsabilità della politica e di alcuni politici sarebbe fuori dalla storia, anche per la mia parte politica. Guai a chi dice “ma non è iscritto”. Il problema riguarda tutte le parti politiche e anche il Pd. Se c’è nel Pd chi ruba va a casa a calci nel sedere esattamente come chi è negli altri partiti”.
 
Napolitano – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo la celebrazione per il settantesimo anniversario dello sbarco delle truppe alleate in Normandia, è soddisfatto per l’attenzione rivolta all’Italia: “Nel discorso di Hollande e nelle immagini proiettate nel corso della cerimonia è stata esplicitamente citata la Resistenza nel duro periodo dell’oppressione nazista”. Inoltre, secondo Napolitano, il risultato elettorale rafforza il ruolo dell’Italia in Europa: “Nei rapidi colloqui con la cancelliera Merkel e con il presidente Obama ho colto echi di simpatia per il nostro giovane presidente del Consiglio che entrambi avevano incontrato alla vigilia. E ho colto un’attenzione rispettosa per il ruolo dell’Italia in Europa”.
 
Politica estera
 
Ucraina – Il nuovo presidente ucraino Petro Poroshenko, tornato a Kiev dopo gli incontri in Normandia con i leader occidentali e con il presidente russo Vladimir Putin, si è insediato con un discorso che riafferma la determinazione dell’Ucraina ad avvicinarsi all’Europa: “Sono pronto a firmare immediatamente la seconda parte dell’accordo di associazione all’Unione europea”. Quindi Poroshenko ha giurato che difenderà la sovranità e l’indipendenza dell’Ucraina: “La Crimea è stata e sempre sarà territorio dell’Ucraina. Terrò unito il Paese”.
 
Usa-Iran – Svolta nei negoziati sul nucleare iraniano. Infatti, per la prima volta da decenni, rappresentanti degli Stati Uniti e della Repubblica islamica si incontreranno a Ginevra per colloqui diretti. L’annuncio è arrivato dal ministero degli Esteri di Teheran e la delegazione statunitense sarà guidata dal vicesegretario di Stato William Burns.
 
Economia e Finanza
 
Confindustria – Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, al convegno dei Giovani imprenditori a Santa Margherita Ligure, ha detto che il contratto di lavoro a tempo indeterminato va reso più flessibile e più conveniente per le imprese, chiedendo al governo di andare avanti con le riforme: “Il voto europeo ha dato al governo un mandato forte, Renzi non ha più paraventi, bisogna eliminare i nodi che hanno limitato lo sviluppo”. Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha replicato che bisogna innovare il mercato del lavoro: “La palude è la situazione che si è creata in questo Paese dove per molti anni non si è presa la responsabilità di decidere. E la concertazione è stata un modo retorico per stare tutti attorno al tavolo trovando l’accordo e poi far pagare il conto agli italiani”.
Go to TOP