“State tranquilli non mi ritiro”, Facebook Salvatore Caiata, patron del Potenza calcio, annuncia di rimanere in corsa per le elezioni politiche. Nessun ripensamento nonostante l’espulsione dal Movimento 5 Stelle che lo aveva candidato nel collegio di Potenza Lauria. L’esclusione dalle liste era stata decretata dal capo politico Luigi Di Maio dopo la notizia, diffusa da diversi quotidiani nazionali, dell’indagine della procura di Siena che lo vede coinvolto.

Caiata è accusato di riciclaggio. Di Maio spiega che su di lui c’è un’indagine che risale al 2016, di cui Caiata non aveva informato il partito. Poche ore prima il diretto interessato si giustificava: “Sono innocente non ho informato i 5 Stelle perché ritenevo che la vicenda fosse stata archiviata”.

L’inchiesta della procura di Siena è partita nel 2016. L’ipotesi degli inquirenti: il riciclaggio di denaro attraverso trasferimenti di capitali e immobili tra Caiata e altri imprenditori