I carabinieri di Pozzuoli hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un 26enne del posto, ponendo fine a una storia di violenza e maltrattamenti che andava avanti da anni e che la vittima non aveva voluto finora denunciare. Allertati da una richiesta di aiuto pervenuta al 112, i militari sono intervenuti nella casa del 26enne bloccando l’uomo che per futili motivi aveva aggredito a calci e pugni la moglie 24enne.

La donna, che ha riportato “lesioni da strangolamento al collo nonché contusioni al braccio sinistro e dietro l’orecchio destro, un ematoma al gluteo sinistro” e che al momento della visita in ospedale pativa ancora di dolore nella regione occipitale e nella nuca giudicati derivanti da percosse al capo – con ansia reattiva con attacchi di panico – in sede di denuncia la donna ha finalmente raccontato che subiva da anni analoghi episodi di violenza, spesso anche in presenza della figlia minorenne. I medici l’hanno giudicata guaribile in 21 giorni. Il marito violento è stato portato nel carcere di Poggioreale.