Napoli: Bagnoli, Palmieri: “Il DeMa-grillino Flores manderebbe in confusione anche l’emiro del Qatar”

“Al netto della boutade sull’emiro del Qatar, registro che il neo commissario per la bonifica di Bagnoli, Francesco Floro Flores, ha ingranato la retromarcia sui pesantissimi giudizi espressi a fine agosto sul dossier Bagnoli, quando spuntò il suo nome per la successione dell’incarico affidato fino ad allora a Salvo Nastasi. ‘Finora si è fatto ben poco’, dichiarò a cuor leggero. Oggi, invece, etichetta come “un buon progetto’ la passata gestione targata Renzi-Gentiloni. Mi sa allora che la verve DeMa-grillina sfoderata a fine estate sia servita solo per mettersi in buona luce agli occhi del governo cittadino e soprattutto di quello nazionale, che gli ha conferito il prestigioso incarico”. Lo scrive in una nota il presidente della commissione Trasparenza del Comune di Napoli, Domenico Palmieri.

“Il commissario – continua Palmieri – si sbilancia e sostiene che sia una fortuna avere il progetto già bello e fatto e che i soldi in cassa, 50 milioni, sono addirittura ‘tanti’, e copriranno le spese fino alla primavere, ossia fino alla vigilia, guarda caso, delle elezioni europee”.

“In tutti i casi – conclude Palmieri – formulo i miei auguri di buon lavoro al neo incaricato nell’interesse dei bagnolesi e dell’intera città, con l’auspicio che Flores voglia mantenere un profilo istituzionale e coerente. Diversamente, in assenza di un interlocutore credibile, fuggirebbe a gambe levate anche il simpatico emiro del Qatar”.

Go to TOP