Mercatini di Natale, boom di visite

L’indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, registra nella rilevazione di novembre un valore pari a 62 punti, in leggera diminuzione rispetto al mese precedente, ma sempre sopra il livello dello stesso periodo del 2015. La propensione al viaggio rimane elevata, soprattutto per le classi più giovani che dimostrano una maggiore dinamicità nel viaggiare. Quasi un intervistato su due è propenso a viaggiare nei prossimi tre mesi, ma la percentuale è in leggera diminuzione rispetto alle ultime rilevazioni. Nel complesso, gli italiani rimangono comunque ottimisti per quanto riguarda lo sviluppo economico del Paese poiché il saldo tra ottimisti e pessimisti rimane positivo per il quarto mese consecutivo.
Per il periodo natalizio si evidenzia un forte interesse per la visita ai mercatini di Natale, dato che quasi sei italiani su dieci sono intenzionati ad andarne a visitare uno: in prima posizione si trovano quelli del Trentino Alto Adige, mentre in generale vi è una forte propensione a fare acquisti natalizi in un mercatino di Natale in Italia. Solamente il sette per cento di chi vuole visitarne uno ha intenzione di andare all’estero. La visita dei mercatini di Natale è una tipica occasione fare shopping tourism. In generale nel prossimo trimestre quasi un intervistato su tre ha tra le motivazioni principali di viaggio quella di fare shopping o di acquistare regali. Con le vacanze di Natale e Capodanno che si avvicinano, cresce la voglia di montagna. Quasi un italiano su tre ha intenzione di andare in montagna durante questo periodo, anche solo per un giorno. A livello di destinazioni nazionali, con l’arrivo della stagione invernale, la posizione di leadership è conquistata dal Trentino Alto Adige. La Toscana rimane una delle mete preferite, seguita dalla Lombardia, Piemonte, Piemonte Veneto e Valle D’Aosta. Trionfano dunque le destinazioni del nord del paese

Vai a TOP