LINA SASTRI apre la stagione del teatro Lendi con lo spettacolo “MI CHIAMO LINA”

Sarà la straordinaria Lina Sastri ad aprire, domani mercoledì 23 novembre, alle 21, la stagione del Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (Strada provinciale Grumo Nevano- Sant’Arpino) con lo spettacolo “Mi chiamo Lina Sastri”, in replica giovedì 24 e venerdì 25 novembre 2016.

 

“Sono stati quattro anni impegnativi ma anche pieni di soddisfazioni – racconta Francesco Scarano, direttore artistico del Teatro Lendi – Dal primo momento in cui sono entrato al Teatro Lendi ho pensato che potesse diventare un punto di riferimento per la crescita culturale del territorio e così è stato. Gli abbonati, sempre più numerosi, mi hanno dato ragione e mi hanno dato ragione le compagnie, ben felici di salire sul palcoscenico del Lendi. Lo scorso anno avevamo una replica per ogni spettacolo in abbonamento. Quest’anno le repliche salgono a 3 per dare l’opportunità di vedere gli spettacoli a un pubblico sempre più numeroso”.

 

“Mi chiamo Lina Sastri” è uno spettacolo in musica e parole in sette quadri, scritto e diretto da Lina Sastri, in scena con Filippo D’Allio (chitarra), Gennaro Desiderio (violino), Salvatore Minale (percussioni), Gianni Minale (fiati), Pino Tafuto (piano), Antonello Buonocore (contrabbasso). Il titolo trae spunto dalla risposta che l’amata artista partenopea è costretta a dare a chi, ancora oggi, le chiede come si chiama, ricordando di lei la voce e il volto ma non il nome.

Dopo un’intensa stagione dedicata alla prosa, Lina Sastri torna felicemente alla musica. Con lei 6 musicisti che da sempre la accompagnano nel suo viaggio musicale. La musica è quella della sua terra, Napoli vecchia e nuova, cantata alla sua maniera, a volte con un solo strumento, a volte con una festa di suoni seguendo l’essenza interpretativa che il testo e le note – insieme allo spazio del tempo e del luogo in cui le esegue –   le suggeriscono. Parole di brani, o stralci di testi teatrali rappresentati, racconti di vita e di incontri ordinari e straordinari della sua vita artistica. Le poesie che tanto ama e citazioni da poeti che le sono cari o dalla sua stessa scrittura. Il tutto si intreccia alla musica in un abbraccio d’amore sincero. Un racconto musicale sul filo delle emozioni, della bellezza e dell’arte che, in Napoli, trova ispirazione e complemento.

 

 

NOTE DI REGIA

Verso la musica, verso il mare, verso il miracolo della vita e della rinascita…  Con i sogni spezzati sulle spalle e con le stelle in mano. E il cuore che sorride spalancato, spezzato. Ma palpitante. Quando sento le lacrime so che ancora sono viva! Tributo all’anima femminile, all’amore, alla solitudine, alla ferita, alla sconfitta, alla rinascita, alla speranza, al coraggio. Penso e scrivo per immagini, e, in questo spettacolo, ulteriore tappa del mio percorso di teatro musica, il racconto è come sempre onirico, poetico, istintivo: dalla strada alla memoria e all’amore, dal mare al cielo e a chi lo abita, alla terra nostra e a chi viene e a chi va, dalle ferite alla consolazione, fino alla rinascita e alla speranza. Ritorno con gioia ad avvalermi del magico apporto delle scene e delle luci del maestro Alessandro Kokocinski e della direzione musicale e arrangiamenti del maestro Maurizio Pica. Con me in scena, i musicisti che mi accompagnano da anni con il loro fondamentale apporto e…qualche sorpresa che come sempre riservo a me stessa e al pubblico. Il seme, gettato in questo spettacolo, è nuovo, e mescola la musica di tradizione a quella del presente, ma senza fratture, in continuità musicale, armonica ed emotiva. Le parole sono mie, quasi sempre in versi, ma necessaria arriva la citazione del teatro di tradizione che ho avuto la fortuna e il privilegio di vivere e conoscere.

Ecco, questa sono io, ora… e mi chiamo Lina Sastri.

Lina Sastri

 

IL CARTELLONE DEL TEATRO LENDI

 

Chiuderanno l’anno 2016 Giacomo Rizzo in “E’ successo a teatro” (7, 8 e 9 dicembre) e Serena Autieri con la sua “Sciantosa” (26, 27 e 28 dicembre). Toccherà poi a Benedetto Casillo in “Caviale e lenticchie” (11, 12 e 13 gennaio) e a Sal Da Vinci in “Un italiano di Napoli” (18, 19 e 20 gennaio). A febbraio sono attesi Marino Bartoletti e Simone Schettino in “Lo scoprirete solo venendo” (8, 9 e 10 febbraio), Lello Arena e Isa Danieli in “Sogno di una notte di mezza Estate” (15, 16 e 17 Febbraio) e Sergio Assisi in “L’ispettore Drake e il delitto perfetto” (22, 23 e 24 febbraio). Febbraio è anche il mese dell’unico appuntamento fuori abbonamento: il concerto di San Valentino di Gigi Finizio (14 febbraio). A Marzo c’è l’anteprima di stagione: Carlo Buccirosso in “Il pomo della discordia” (14, 15 e 16 marzo). Il programma di questo mese propone anche Biagio Izzo in “Bello di papà” (1, 2 e 3 marzo) e la coppia Peppe Lanzetta e Federico Salvatore in Pascià (29, 30 e 31 marzo). Chiude il cartellone in abbonamento Nino D’Angelo in “Io senza giacca e cravatta” (5, 6 e 7 aprile).

Go to TOP