Carmiano, in provincia di Lecce. Qui il Comune è stato sciolto per mafia, ma il sindaco commissariato si ricandida e va al voto il 7 novembre prossimo.

Il fatto

La ministra dell’interno Lamorgese ha consegnato a due associazioni un immobile confiscato alla mafia durante l’inchiesta che ha portato allo scioglimento del consiglio comunale. Una decisione che ha aperto la chiamata alle urne.

Le Liste, con il sindaco inquisito

Giancarlo Mazzotta, a capo del consiglio comunale commissariato a dicembre 2019 ci riprova, e sarebbe il suo terzo mandato (tra il secondo e il terzo è intercorsa la gestione commissariale). L’ex primo cittadino, tra gli imputati di un processo in corso, per estorsione aggravata da metodo mafioso, si presenta con la lista «RipartiAmo Insieme». La seconda lista in campo, «La Matita – partecipiAmo» vede in testa l’ex vicesindaco, Gianni Erroi, anche lui nella giunta mandata a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *