Le Prime Pagine dei quotidiani. Marino minaccia: blocco Roma. Così cambieranno casa e fisco. Show di Schettino sulla Concordia

Le Prime Pagine dei quotidiani. Marino minaccia: blocco Roma.  Così cambieranno casa e fisco. Show di Schettino sulla Concordia

La notizia in apertura sulla maggior parte dei giornali di oggi è la polemica fra il sindaco di Roma Marino e il Presidente del Consiglio Renzi dopo la decisione del governo di ritirare il decreto “salva Roma”: ieri Marino ha minacciato di bloccare la città, provocando la dura reazione di Renzi che lo ha accusato di usare “toni inaccettabili”. Repubblica e Avvenire titolano invece sull’approvazione da parte del Fondo Monetario Internazionale delle misure preannunciate da Renzi nel discorso alle camere per la fiducia. I quotidiani sportivi si occupano dei risultati dell’Europa League, con la qualificazione di Juventus, Fiorentina e Napoli e l’eliminazione della Lazio.

[flagallery gid=35]

IL CORRIERE DELLA SERA – In apertura: “Esplode il caso del salva Roma Marino minaccia, l’ira di Renzi”. Editoriale di Paolo Conti e Sergio Rizzo: “Il peccato capitale”. Al centro: “Così cambieranno casa e Fisco”. Sempre al centro in un box: “Show di Schettino sulla Concordia. Il paese: ‘Vattene’”. In basso: “Le ragazzine in vendita per 30 euro”. Sempre in basso in un box: “Non volevo uccidere il tassista’. Esce dalla cella”.
LA REPUBBLICA – In apertura: “Fmi: Italia sulla strada giusta”. Di spalla: “Sale la tensione tra Kiev e Mosca milizie filo-russe in stato di allerta”. Taglio alto: “La minaccia di Marino ‘Blocco Roma’. È scontro con il premier”. In un box: “Grillo tuona contro i dissidenti ‘Via i parassiti dal Movimento’”. Al centro: “La Difesa è donna, alla Nato la carica delle ministre”. In basso, in un box: “Tangenti Falck per Penati è prescrizione”.
LA STAMPA – In apertura: “Sindaci, prima spina per Renzi”. Taglio alto: “I filorussi occupano il Parlamento di Crimea. Kiev allerta le truppe”. Al centro, fotonotizia: “Tea break per le due Regine d’Europa”. In un box: “Fassino: I Comuni non sono parassiti”. In basso, il buongiorno di Massimo Gramellini: “L’Insonne”.
IL GIORNALE – In apertura: “Roma piange, Renzi paga”. Editoriale di Alessandro Sallusti: “La terza gamba e la patta chiusa”. Di spalla: “Cosa è rimasto dopo il ciclone di Ratzinger”. Al centro: “Beppe impari dal Duce: l’Aula uccide le rivoluzioni”. Ancora al centro: “Il Corriere di Alfano velina del ‘vicepremier’”. In basso: “Anche i sospettati meritano rispetto”.
IL SOLE 24 ORE – In apertura: “Via libera alla delega fiscale”. Editoriale di Enrico De Mita: “Primo passo per un sistema più equo”. Di spalla: “Ucraina: Crimea al voto a maggio per allentare i vincoli con Kiev. Si dell’Fmi alle richieste di aiuto”.
IL MESSAGGERO – In apertura: “Renzi mette sotto tutela Marino”. Il commento di Mario Ajello: “Il Campidoglio formato forconi”. Al centro, fotonotizia: “Crimea, occupato il parlamento. Torna Yanukovich: comando io”. Sempre al centro: “Dal catasto all’evasione arriva la riforma del fisco”. In un box: “Fmi promuove le mosse del governo ‘È sulla strada giusta, bene sulle tasse’”. In basso: “Busco: umiliato da una giustizia disumana”. In un box: “Schettino torna a bordo show e liti sulla Concordia”.
IL TEMPO – In apertura: “Salva-Roma’. Si salvi chi può”. L’intervento di Ignazio Marino: “Io, sindaco senza un euro”. Al centro: “Riscuoteva la moglie del comandante”. In un box: “M5s tra allegri rimborsi cene e autobus ‘d’oro’”. In basso: “La Lazio sconfitta lascia l’Europa”. “Sabatini alla Roma per altri tre anni”.
IL FATTO QUOTIDIANO – In apertura: “Renzi promette miliardi finti. Quelli veri li lascia all’estero”. Il commento di Marco Travaglio: “Sparlacchi”. Taglio alto: “Delrio tiene famiglia: a Reggio un appalto per la ditta del cugino”. “La rissa europea D’Alema-Fioroni. Il premier: ‘Rido e mangio pop corn’”. “Marino: ‘Blocco la Capitale’. Matteo: ‘Prendila un po’ più bassa’”. Al centro: “Giustizia da Camera: 15 giorni al picchiatore 10 alla donna picchiata”. Sempre al centro: “M5S: due deputati fuori e sei senatori danno le dimissioni”. In basso: “Tre ragazzine liguri: ‘Facciamo come le squillo dei Parioli’”.

Share this post