LE NOTIZIE DEL GIORNO. Regionale, lite sugli impresentabili – Fifa, Blatter riconfermato nonostante lo scandalo-tangenti

liste elettoraliPolitica interna
 
Regionali – Alla vigilia delle elezioni Regionali, la presidente della commissione parlamentare Antimafia Rosy Bindi ha ufficializzato la lista dei 16 “impresentabili”. A sorpresa, con 12 candidati di centrodestra e 4 riconducibili alle liste di sostegno al centrosinistra, compare anche il nome del candidato del Pd alla poltrona di governatore in Campania Vincenzo De Luca. La vicenda che riguarda De Luca, che ha annunciato querela per diffamazione contro Bindi, risale al 1997 e si articola in due filoni: la concessione della cassa integrazione per gli operai dell’ex Ideal Standard e la richiesta di oneri di urbanizzazione a vantaggio del Comune di Salerno. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha attaccato Bindi: “Mi fa male che si utilizzi la vicenda dell’Antimafia per una discussione tutta interna, per regolare conti interni al partito”.
 
Politica estera
 
Fifa – Joseph Blatter, nonostante lo scandalo che ha travolto il calcio mondiale con i 150 milioni di tangenti descritte negli atti della giustizia americana e i dirigenti in carcere da tre giorni per corruzione, è stato confermato presidente della Fifa per la quinta volta. Infatti il principe giordano Ali Bin al-Hussein, dopo essere stato battuto 133 a 73 nel primo voto, ha deciso di ritirare la sua candidatura.
 
Cuba – Gli Stati Uniti hanno ufficialmente depennato Cuba dalla lista nera dei Paesi che sponsorizzano il terrorismo. L’annuncio del dipartimento di Stato americano, secondo molti osservatori, è una mossa che prelude alla riapertura delle ambasciate. Quindi Cuba potrà accedere ai prestiti della Banca mondiale e avrà meno sanzioni, che in passato hanno gravemente penalizzato L’Avana nelle relazioni internazionali.
 
Economia e Finanza
 
Italia – L’Istat ha diffuso i dati sulla previsione di crescita positiva del Prodotto interno lordo per lo 0,3% nel secondo trimestre dell’anno, dopo l’aumento del primo trimestre, insieme a quelli che indicano per maggio, dopo quattro mesi di valori negativi, il rialzo dell’inflazione dello 0,2%. Quindi l’Italia sta uscendo dalla deflazione e dalla recessione più lunga della sua storia recente e il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, a Dresda per il vertice del G7, ha annunciato che le politiche di detassazione sul lavoro saranno rinnovate anche per il 2016.
 
Grecia – La gravità della situazione della Grecia è stata ribadita dalle ultime cifre della Banca centrale europea sulla fuga dalle banche greche, con i depositi delle famiglie e delle imprese al livello più basso da oltre dieci anni a questa parte. Tuttavia il governo di Atene ha dichiarato di avere le risorse per rimborsare la prossima rata di prestito al Fondo monetario internazionale di oltre 300 milioni di euro in scadenza il 5 giugno prossimo, mentre il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble ha smentito l’ottimismo greco sullo stato del negoziato.
 
Usa – L’economia statunitense nel primo trimestre del 2015 è andata peggio del previsto. Infatti un insieme di fattori, come il maltempo che ha tenuto a casa i consumatori, il rafforzamento del dollaro che ha eroso le esportazioni e il calo del petrolio che ha bloccato gli investimenti nel settore, ha frenato la crescita, con il Pil che è arretrato dello 0,7%. Inoltre la revisione negativa del dato potrebbe tenere l’espansione ferma al 2% per l’intero anno.
Go to TOP