LE NOTIZIE DEL GIORNO. Fuga di notizie, indagato De Luca – Renzi presenta il piano per il dopo-Expo –

Politica interna
 
Campania – Il governatore della Campania Vincenzo De Luca, il capo della sua segreteria Nello Mastursi, la giudice Anna Scognamiglio e suo marito Guglielmo Manna sono indagati dalla procura di Roma per corruzione e concorso in rivelazione di atti coperti da segreto. Infatti l’inchiesta della procura ha per oggetto una presunta compravendita sulla decisione del Tribunale civile di Napoli di sospendere gli effetti della legge Severino per De Luca, con Manna che avrebbe dato a Mastursi notizie sulla sentenza sul governatore campano prima che fosse pubblica.
 
Expo – Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, dal palco del Piccolo Teatro di Milano, ha presentato il piano per il dopo Expo. Il progetto del governo è quello di un grande centro di ricerca mondiale sulla genomica, i big data, la nutrizione, il cibo e la sostenibilità. Renzi ha annunciato un investimento di 1,5 miliardi in dieci anni, assicurato in un decreto sul tavolo del Consiglio dei ministri di venerdì per l’ingresso dell’esecutivo nella società Arexpo.
 
Politica estera
 
Gran Bretagna – Il primo ministro britannico David Cameron, in una lettera inviata al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, ha presentato ufficialmente le sue richieste in vista del referendum per evitare il Brexit che si terrà probabilmente fra il giugno e il dicembre 2016. Le quattro condizioni per restare nell’Unione europea sono la protezione dei diritti degli Stati che non fanno parte dell’eurozona, la possibilità di restare fuori da eventuali passi per una maggiore integrazione, le misure per il potenziamento della competitività del mercato unico e la riduzione dell’accesso al welfare da parte degli immigrati intracomunitari.
 
Germania – La Germania ha ripristinato gli accordi di Dublino anche per i migranti siriani, con la possibilità di rimandarli indietro nel primo Paese europeo dove sono arrivati. Un portavoce del ministero dell’Interno ha precisato che la decisione di Berlino è retroattiva dal 21 ottobre e che l’unica eccezione riguarda la Grecia. Infatti la cancelliera Angela Merkel aveva ricevuto molte critiche in patria per le sue generose aperture ai profughi.
 
Economia e Finanza
 
Lavoro – Continua la crescita dei rapporti di lavoro stabile. Infatti l’osservatorio dell’Inps ha rilevato che nei primi nove mesi del 2015 i nuovi rapporti a tempo indeterminato, comprese le trasformazioni di contratti a termine, sono stati 1,7 milioni a fronte di 1,23 milioni di cessazioni, quindi il saldo positivo nell’anno è di 469.393 contratti stabili. Paragonando la situazione con lo stesso periodo del 2014, nei primi nove mesi del 2015 il dato è stato migliore di 371.347 unità.
 
Manovra – Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, al termine dell’Ecofin a Bruxelles, ha spiegato di attendersi un sostanziale via libera dalla Commissione europea sulla manovra italiana: “Mi aspetto che le ragioni per le quali chiediamo le clausole di flessibilità siano accolte, perché le richieste sono all’interno delle regole”. L’opinione della Commissione dovrebbe essere pubblicata la settimana prossima.
Go to TOP