Le notizie del giorno. Domani in aula la riforma elettorale. Scontro su Gentile, il sottosegretario della censura ad un giornale. L’Ucraina richiama i riservisti

Le notizie del giorno. Domani in aula la riforma elettorale. Scontro su Gentile, il sottosegretario della censura ad un giornale. L’Ucraina richiama i riservisti
parlamento-italiano
Politica interna
 
Le riforme – Domani arriva in aula a Montecitorio la riforma della legge elettorale. Renzi avrebbe in serbo una mossa a sorpresa: per arrivare in tempi strettissimi all’approvazione (entro venerdì prossimo) si prevede che l’Italicum entri in vigore solo per la Camera. Per il Senato (se non si arriva in tempo con la sua prevista soppressione) rimarrebbe valida la legge elettorale uscita dalla sentenza della Corte costituzionale. Il via libera per questo piano sarebbe già arrivato da Alfano, ora Renzi attende il sì di Berlusconi
 
Il caso Gentile – Crescono le tensioni intorno al neo-sottosegretario alle infrastrutture Antonio Gentile. Dall’interno del Pd arrivano nuove osservazioni sull’inopportunità della sua nomina (Rosy Bindi). Anche la Lega pronta a presentare una mozione di sfiducia. Ma Ncd dice no alle dimissioni e il diretto interessato si dice vittima della macchina del fango
 
M5S – volano gli stracci nel movimento di Grillo. Casaleggio ha preannunciato querela nei confronti di Fabrizio Bocchino per alcune dichiarazioni rilasciate in tv nelle quali quest’ultimo lo accusava di mala gestione del fondo per le imprese in difficoltà
 
 
Politica estera
Crisi Ucraina – Dopo l’occupazione della Crimea da parte delle truppe russe, L’Ucraina ha richiamato i riservisti. Sul piano diplomatico, gli Usa sta studiando le possibili contromosse, che però rischiano di essere destabilizzanti per l’intera area interessata. Più cauta la posizione tedesca, alla ricerca di un dialogo con Putin. Anche l’Italia sembra allineata su posizioni tese a evitare le rottura con il Cremlino o forme di boicottaggio del prossimo G8
 
Nigeria – Non si ferma la violenza delle milizie Boko Haram, i cosiddetti Talebani d’Africa sempre più attivi nella Nigeria settentrionale. Sabato notte, in due diversi attacchi, hanno fatto quasi 100 vittime e decine di feriti
 
Libia – Aumenta la tensione in Libia tra il parlamento di Tripoli e i manifestanti; questi ultimi protestano da settimane per l’incapacità del Congresso generale nazionale di garantire la sicurezza nel Paese, che a tre anni dalla rivoluzione è in preda alla crisi economica e a violenze quotidiane. Ieri decine di manifestanti inferociti hanno assalito il palazzo in cui i deputati erano in sessione chiedendone le dimissioni e ferendone due
 
Economia e Finanza
Tasse – Nel decreto sull’edilizia abitativa, che il governo si appresta a varare, non c’è più traccia dello sconto sull’aliquota Imu promesso sulle seconde case affittate a canone concordato.
Secondo Squinzi (Confindustria) per far ripartire il lavoro, le imprese devono avere assoluta precedenza in materia di tagli fiscali
 
Sorgenia – Stamattina a Milano è previsto un summit delle 21 banche creditrici: la società elettrica del gruppo Cir ha un’ indebitamento di 1,9 miliardi di euro (l’eccesso da tamponare è quantificabile in 600 milioni). Allo studio un aumento di capitale da 450 milioni: le banche sono pronte a fare la propria parte stralciando 300 milioni da trasformare in azioni della società ma chiedono alla Cir di partecipare a sua volta all’aumento con 150 milioni

Share this post