FBL-ITA-CUP-NAPOLI-ROMA
San Paolo Show è sempre più sinonimo di grande calcio e divertimento. La trasmissione di approfondimento sul Napoli, prodotta dal gruppo televisivo Lunaset, curata dalla Gigio Rosa Promotions e in onda in diretta ogni martedì dalle 21 su TvLuna (canale 14 del digitale terrestre), è riuscita ancora una volta a fotografare lo scintillante momento di forma del Napoli attraverso i commenti degli autorevoli esponenti del parterre, e come al solito, regalare momenti di coinvolgente divertimento.
Protagonisti dell’ultimo appuntamento, condotto come di consueto dalla splendidaPaola Mercurio, il giornalista di TvLuna, Angelo Pompameo; il capitano del Napoli del primo scudetto, Peppe Bruscolotti; il giornalista del Corriere dello Sport, Rino Cesarano; il giornalista di Radio Marte, Massimo D’Alessandro; il campione olimpionico di boxe, reduce dall’esperienza all’Isola dei famosi, Patrizio Oliva; la soccerblogger, Anna Ciccarelli; e lo scrittore napoletano Angelo Forgione. Ospite d’onore di San Paolo Show, il presidente dell’Ippodromo di Agnano, Pierluigi D’Angeloche ha approfittato della vetrina di San Paolo Show per presentare il grande evento di trotto in programma domenica 3 maggio all’ippodromo di Agnano: la 66esima edizione del Gran Premio Lotteria.
La striscia positiva allungata dal Napoli grazie al trionfo 4-2 sulla Samp, è stata abbondantemente analizzata nel corso del primo blocco di San Paolo Show: “Il Napoli è uscito dal tunnel – ha esultato lo scrittore Angelo Forgione – la squadra si è ritrovata e soprattutto tecnico e giocatori sono tornati ad entusiasmarsi dopo che parevano aver smarrito la voglia di divertire e divertirsi”.
“Adesso tutti vogliono salire sul carro del vincitore – ha replicato il giornalista di TvLuna,Angelo Pompameo – ma prima bisogna chiedere scusa a Rafa Benitez. Il nostro tecnico merita rispetto e soprattutto le scuse dei tanti anti-Napoli che hanno sempre speso parole durissime contro il vero grande artefice di questa rinascita”.
Parere diametralmente opposto quello di Massimo D’Alessandro, giornalista di Radio Marte: “Osannare Benitez senza menzionare la società ed il presidente, è un errore gravissimo. Il Napoli viene prima dei singoli e tutto questo attaccamento a Benitez mi fa capire che forse la tifoseria non ha ben compreso che la maglia e la società vengono prima dei singoli”.
Dall’esaltazione post Samp si è poi passati agli elogi a Lorenzo Insigne, tornato al gol a distanza di 7 mesi dalla rete messa a segno contro il Torino nel girone d’andata prima dell’infortunio al ginocchio. Un momento molto commovente salutato con orgoglio dal capitano del primo scudetto azzurro, Beppe Bruscolotti: “Da napoletano sono molto fiero di Insigne – ha dichiarato Bruscolotti – perché è riuscito a riprendersi la squadra della sua città nel momento clou della stagione, dimenticando la sofferenza scaturita dall’infortunio. Sono orgoglioso di lui e felice per il modo in cui ha onorato la fascia da capitano”.
“L’infortunio al ginocchio, per quanto assurdo possa sembrare, lo ha migliorato – ha aggiunto il giornalista del Corriere dello Sport, Rino Cesarano -. Gioca con una grinta, un cinismo ed una semplicità che non avevamo mai visto. Lorenzo è tornato, ed ora sarà difficile rimetterlo in panchina”. Cesarano ha poi espresso un pensiero importante sulla situazione Benitez: “I matrimoni si fanno in due – ha dichiarato la firma autorevole del Corriere dello Sport – e Benitez con le sue dichiarazioni e le sue richieste esagerate ha dato l’impressione di voler cambiar aria. Poteva risparmiarsele, ma purtroppo le cose sono andate così”.
Di grande attualità, l’intervento di Patrizio Oliva, il grande campione di boxe napoletano nonché ex naufrago dell’ultima edizione de L’isola dei famosi: “Quanto accaduto a Torino in occasione del derby è di una gravità unica – ha attaccato Oliva – le due tifoserie hanno dato vita ad uno spettacolo indecente prima e durante la gara. Il pullman della Juve con il vetro rotto e la bomba carta lanciata dai bianconeri, faranno ricredere chi come la Lettizzetto utilizza i tifosi napoletani come metro di paragone per indicare le peggiori tifoserie europee ed italiane”.
Dal Punto Snai di Marano, Peppe Accardo, Mary Boccia e Riccardo Sorrentinohanno fornito le ultimissime su quote e “coincidenze astrali” in riferimento ai prossimi impegni degli azzurri in Campionato ed Europa League.
A fare da contorno al dibattito ci hanno pensato, come di consueto, dj Soriani con i suoi stacchetti, le gag di Lino D’Angiò, Sasamen, dei Chiattoni Animati, dello streaker Marcello Giuliano, e i raffinati momenti musicali del pianista e compositore, Danise.