La Reggina spegne 105 candeline e cambia proprietà

Per la prima volta nella storia recente della Reggina, un imprenditore che non e’ nato in riva allo stretto e’ il nuovo proprietario della societa’ amaranto. E’ Luca Gallo, titolare della M&G Holding srl, che ha acquisito la quasi totalita’ delle quote dell’Urbs Reggina 1914, il 97,1%, di cui l’86,66% della P&P Sport del presidente uscente Mimmo Pratico’ e del figlio Giuseppe e il 10,44% dei soci De Caridi e Simonetta. Con il notaio che ha sottoscritto l’atto e i legali delle parti, al closing erano presenti anche il direttore generale della M&G, Vincenzo Iriti e il direttore sportivo del club amaranto, Massimo Taibi. Iriti, avvocato reggino nato a Bova Marina, ha svolto un ruolo-chiave nell’acquisizione della societa’ calcistica da parte della M&G di Luca Gallo, imprenditore nato a Roma ma con origini calabresi, in particolare della provincia di Cosenza. Con il passaggio delle quote, Gallo diventa unico proprietario del club e alla prima assemblea sara’ nominato ufficialmente presidente della Reggina. L’ultimo non reggino era stato l’armatore napoletano Amedeo Matacena negli anni Ottanta che pero’ era reggino d’adozione per aver fondato la Caronte, societa’ di navigazione nello Stretto. Il closing del passaggio tra Mimmo Pratico’ e Luca Gallo e’ avvenuto proprio alla vigilia del 105° anniversario del club amaranto nato l’11 gennaio del 1914.

Share this post