LA LETTERA. In risposta al “Giornale” che insulta tutti i napoletani

In relazione all’articolo commento comparso su Libero del 20 giugno ,chiedo all’autore il “giornalista” Filippo Facci di rivedere i pesantissimi e frettolosi giudizi ,oltre ai pregiudizi sul Popolo Napoletano.L’aspettativa di Facci per la non elezione di De Magistris ,Sindaco che personalmente non amo,non giustifica un commento con radici cosi razziste che il sig. Filippo ha limpidamente esposto,riporto integralmente alcuni pezzi che come si dice in questi casi : si commentano da soli.

1)“Ve lo meritate, De Magistris. A meno di pensare i napoletani come un popolo incapace di intendere e di volere (la tentazione c’è) l’unico modo di non offenderli è concludere che hanno il sindaco che meritano”.

2) Beh, se lo tengano stretto: ci consola che il modello non è esportabile. Non possono neanche contraffarlo, come a Napoli sanno fare bene: De Magistris è contraffatto in partenza, nasce così, è il nulla scaturito da una realtà in cui, se operi bene od operi male, non fa differenza, il più della popolazione tanto non se ne accorge. Si accorge, questo si, delle pulsioni populistiche dirette alla Napoli meno scolarizzata, ma che a votare ci va ….

3) Tra un’incoerenza e l’altra, la destrutturazione della vecchia politica si è risolta nello spaventoso deserto che il sindaco si è fatto intorno, lasciando Napoli nelle condizioni che tutti potevano vedere: tutti fuorché quei napoletani – tanti – avvoltolati nel fatalismo plebeo e sanfedista che ancor oggi impedisce loro di essere un popolo. Poveri perseguitati: dalla Regione, dal governo, ora dall’Unione Europea. Così De Magistris si è rimesso la bandana arancione e li difenderà tutti…Siamo quasi alla circonvenzione d’incapaci, e invece no, non sono incapaci

Egr. Facci ,i problemi a Napoli ci sono, è innegabile ,sono alla luce del giorno ,come alla luce del giorno c’è un popolo e la sua storia che è stata ed è ancora ricca di innovazioni e di cultura,le suonerà strano, ma basta informarsene un po’,sempre che Lei ne abbia tempo. Nel suo commento,Lei si riferisce al popolo Bue,bene si guardi intorno che di razze ce ne sono tante e ben distribuite sul territorio nazionale …Lei dove risiede…ad intelletualandia?

Francesco Garzillo

Go to TOP