La Brexit vista da Napoli, industriali a confronto l’11 marzo

La Brexit vista da Napoli, industriali a confronto l’11 marzo

“Brexit. Cosa cambia per le imprese”. Sul tema è in programma un incontro lunedì 11 marzo con inizio alle ore 14.45 a Palazzo Partanna, sede dell’Unione Industriali (piazza dei Martiri 58, Napoli). Dopo il nuovo voto del Parlamento britannico sull’accordo di recesso dalla Ue, per il 29 marzo è prevista l’uscita del Regno Unito in assenza di proroghe.

Attualmente non è possibile escludere uno scenario di “no-deal”, nel quale il Regno Unito e l’Ue non riescano a raggiungere un’intesa sull’accordo di recesso, situazione, questa, che aprirebbe la strada a sostanziali cambiamenti per le nostre imprese che operano con il Regno Unito. L’incontro, organizzato da Unione Industriali Napoli in collaborazione con Confindustria, ha l’obiettivo di approfondire i vari aspetti legati ai possibili scenari e alle implicazioni operative per le imprese, in particolare per quanto riguarda gli aspetti doganali. Dopo l’indirizzo di saluto del Presidente di Unione Industriali Napoli, Vito Grassi, sono previsti gli interventi di Pierluigi D’Elia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio del Consigliere Diplomatico, di Fulvio Liberatore, Easyfrontier, e di Roberta De Robertis, Direttore centrale legislazione e procedure doganali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Le conclusioni saranno svolte da Marco Peronaci, Inviato Speciale per la Brexit, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e da Jill Morris, Ambasciatore britannico in Italia. Modererà i lavori Marco Felisati, Vice Direttore Area Affari Internazionali, Confindustria.

 

Share this post