Oggi è possibile avere dei guadagni con gli investimenti finanziari anche stando comodamente a casa, ciò grazie al trading online e al forex. Indubbiamente investire in borsa è vantaggioso, ma sarebbe il caso di conoscere alla perfezione questo mondo del forex.

Forex: le basi

Il termine forex è abbreviazione di Foreign Exchange Market ed altro non è se non il mercato in cui ci sia scambiano valute in base al valore atteso. Il successo degli ultimi anni è dovuto soprattutto alla possibilità di fare investimenti direttamente da casa, senza bisogno di recarsi in banca ed affidare i propri risparmi ad uno sconosciuto. Con il trading online l’investitore ha il controllo diretto dei suoi investimenti, può aprire e chiudere posizioni operando attraverso le piattaforme messe a disposizione dal broker. Può operare 24 ore su 24 e per 5 giorni la settimana sfruttando i fusi orari dei vari Paesi del mondo, ciò perché il forex opera su mercati globali. Cosa serve per fare trading con il forex? In primo luogo un computer, o altro dispositivo che permette di collegarsi ad internet e quindi una buona connessione internet. Oltre questo è necessario avere un broker regolamentato che metta a disposizione una piattaforma per il trading online di buona qualità. Queste le basi, di seguito ciò che c’è da sapere prima iniziare ad investire.

Fattori che influenzano il valore delle valute

Il forex, come detto, è il mercato delle valute, si investe su coppie di monete, ad esempio euro/dollaro, cercando di capire in anticipo quando una si apprezzerà o deprezzerà rispetto all’altra. I movimenti di valore delle valute ovviamente non sono casuali, ma determinati da fattori economici, di conseguenza per poter operare è necessario capire in anticipo cosa potrebbe accadere. I fattori che influenzano l’andamento di valore di una moneta sono molteplici, di seguito un elenco:

– costo del denaro: questo è stabilito dalle banche centrali, per l’euro questo ruolo è svolto dalla BCE, ovviamente queste alzano o abbassano il costo del denaro, o tasso di interesse, in base a valutazioni di natura prettamente economica ed in particolare per sostenere l’economia dei Paesi in cui una moneta circola; – inflazione/deflazione; – tasso di occupazione/disoccupazione; – PIL (prodotto interno lordo); – scorte di magazzino; – decisioni di politica economica dei governi in cui una moneta circola.

A questo punto molti potrebbero pensare che conoscere le mosse probabili delle banche centrali, dei governi e i dati economici sia impossibile, in realtà un aiuto arriva dal calendario economico. Molti broker, infatti, mettono a disposizione dei trader che operano con loro dei servizi di alert che avvertono il trader sugli importanti appuntamenti economici, come ad esempio una conferenza stampa del presidente della banca centrale, o la pubblicazione di dati su occupazione/disoccupazione. Questi sono eventi che possono creare disturbo ai mercati e determinare un’inversione del trend.

Analisi fondamentale ed analisi tecnica

In precedenza sono stati elencati i dati maggiore rilievo da tenere in considerazione per riuscire a fare un trading profittevole con le valute. Quando un investitore valuta questi elementi per cercare di prevedere il valore che assumerà una moneta si parla anche di analisi fondamentale. Questa però non è l’unica forma di analisi possibile perché molti ritengono che sia più valida l’analisi tecnica. Si tratta di uno studio dei grafici sugli andamenti passati delle valute. L’analisi tecnica parte dal presupposto che l’economia abbia un andamento ciclico e quindi nel tempo tendano a riproporsi le stesse condizioni quindi, analizzando l’andamento del passato, è possibile individuare l’andamento futuro. Nonostante molti studiosi tendano ad accettare un solo metodo di analisi, molti trader cercano di tenere in considerazione entrambi al fine di determinare con maggiore approssimazione il possibile andamento.

Strategie

Nel forex è possibile attuare diverse strategie di trading. Nella maggior parte dei casi gli investitori tendono a chiudere tutte le posizione nell’arco della giornata, in questo caso si parla di strategia intraday. Questa può prevedere sia la chiusura delle posizioni nell’arco di pochi minuti che ore. Questa caratteristica di sicuro rappresenta un altro importante motivo di interesse per i trader perché nell’arco della stessa giornata è possibile sapere se gli investimenti sono stati o meno fruttuosi, inoltre permette di avere sempre liquidità a disposizione e di compiere numerose operazioni. Nella maggior parte dei casi non saranno tutte fruttuose, ma se anche vi sono delle perdite, le stesse possono essere ben compensate dai guadagni. Per coloro che hanno difficoltà a fare previsioni basandosi sui dati economici, una possibilità è offerta dalla strategia scalping. Questa prevede la chiusura delle posizioni già dopo alcuni secondi. Con lo scalping non si sfrutta il trend ma le possibili oscillazioni di senso contrario rispetto al trend. Il trader dovrà avere l’abilità di chiudere le posizioni appena il saldo è positivo. Nello scalping sulla singola operazione non si guadagna molto, ma la possibilità di aprire e chiudere molte posizioni nell’arco di pochi minuti permette comunque di avere un buon vantaggio economico.

Perché molti preferiscono il forex

Il forex non è l’unico mercato per il trading online, ma è il più conosciuto ed il più utilizzato. Non si tratta di un dato a caso, ma dovuto a precise ragioni, il mercato delle valute, infatti, è ritenuto l’unico in concorrenza perfetta. Ciò è dovuto al fatto che trattandosi di un mercato globale in cui operano numerosi attori, tra cui Stati, banche e piccoli investitori, è impossibile per un solo operatore riuscire a influenzare in una determinata direzione il valore delle valute e quindi operare distorsioni del mercato. Questa caratteristica rende il mercato delle valute più sicuro rispetto al mercato azionario o delle materie prime.