Installano una camera spia e aggrediscono la maestra sospettata di violenze sul figlio

Installano una camera spia e aggrediscono la maestra sospettata di violenze sul figlio

I genitori di un bambino di poco meno di 2 anni sono stati denunciati, a Cosenza, per aver aggredito la maestra d’asilo del figlio. Sospettavano violenze da parte dell’insegnante e per questo avevano nascosto un apparecchio tra gli indumenti del piccolo per documentare i presunti maltrattamenti.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la coppia avrebbe istallato un registratore addosso al figlio per documentare presunti maltrattamenti. Una volta acquisita la registrazione i due si sarebbero presentati al nido e percosso l’educatrice ritenuta responsabile dei maltrattamenti, provocandole lesioni giudicate dai medici del pronto soccorso dell’ospedale dell’Annunziata, guaribili in quindici giorni.

Dalla registrazione, adesso al vaglio della polizia, non sarebbero però emerse condotte violente.

La maestra, una giovane di 24 anni, ha sporto denuncia e la procura di Cosenza ha aperto un’inchiesta. La coppia deve rispondere di aggressione, danneggiamento e installazione abusiva di registratori.

 

Share this post