Nuovi sviluppi sull’inchiesta relativa al traffico di falsi diplomi a Cosenza. Continuano gli accertamenti dei Carabinieri che, proprio in questi giorni, hanno individuato il luogo dove venivano stampati. Dalla Calabria, poi, i diplomi erano venduti per due o tremila euro in tutta Italia. Soprattutto al nord. Con i diplomi magistrali falsi si entrava in graduatoria e si ottenevano incarichi a tempo determinato. Si poteva anche diventare insegnanti di sostegno. Quattro le scuole coinvolte a Cosenza e Castrovillari a Belvedere. 38 gli avvisi di garanzia.