Condannato all’ergastolo l’uomo che ha deliberatamente cercato di infettare 10 uomini con l’HIV. “Preferirei che mi avesse assassinato piuttosto che lasciarmi vivere la mia vita in questo modo”, ha raccontato una delle vittime. Daryll Rowe, 27 anni, di Brighton in Gran Bretagna, non ha mostrato alcuna emozione quando gli è stata letta la sentenza di condanna. “Finché avrà la forza nel suo corpo, sarà un rischio”, ha detto la quinta vittima di Rowe, che non era infetta, dopo l’udienza. “È una minaccia per la società. È un sociopatico perché non penso che abbia alcun riguardo per i sentimenti degli altri”. Altre vittime hanno raccontato di aver preso in considerazione il suicidio, avendo subito danni fisici e psicologici alle mani di Rowe.

In seguito, Rowe divenne aggressiva e provocò alcune delle sue vittime con messaggi di testo. Ha detto a uno: “Ho l’HIV. Lol. Whoops!

Durante il processo, ha detto ai giurati che credeva di essere stato curato dall’HIV quando si è trasferito a Brighton, dopo aver iniziato a bere la propria urina come trattamento, integrato con rimedi naturali.