In mostra all’Expo l’Irpinia che produce

In mostra all’Expo l’Irpinia che produce

La stampa nazionale, quella importante, quella storica milanese, ha acceso i suoi riflettori sull’Irpinia che produce.

Quotidiani come “Il Giornale” e “Libero”, quotidiani online come “Affaritaliani”, l’ufficio stampa delle Ferrovie dello Stato, l’account twitter ufficiale dell’Expo, più altre testate importanti come “Sportitalia”, sono intervenuti alla giornata organizzata dal Gruppo Petitto all’interno del Padiglione Irpinia allestito dalla Camera di Commercio di Avellino nei pressi di Palazzo Italia.

La stampa era molto incuriosita di conoscere e raccontare la storia di Umberto Petitto, il quale circa 40 anni fa ha deciso di lasciare il suo impiego di professore, per mettere su un’azienda. In 40 anni, Petitto ed i suoi fratelli hanno creato un Gruppo di 4 imprese che danno lavoro a circa 200 persone e che sono leader europei nel settore della filatura di rame.

Un impegno importante sottolineato anche dai giornalisti presenti all’incontro con la stampa, ovvero Ivan Zazzaroni e Angelo Perrino.

Per Zazzaroni “imprenditori come Petitto andrebbero clonati”. “Sapevo della laboriosità del popolo irpino – ha proseguito Zazzaroni – . Oggi per me è stata una piacevole conferma e la storia del Gruppo Petitto è la riprova che anche al Sud si può fare azienda ad alti livelli”.

Secondo Perrino “l’Irpinia rappresenta la nicchia di grande eccellenza della Campania, da valorizzare in tutti i modi. Noi abbiamo deciso di aprire la nostra redazione campana non a Napoli ma ad Avellino”.

Grande successo, poi, per Ciro Giustiniani, Gigi e Ros e Mariano Bruno di “Made in Sud”, per gli chef irpini del ristorante “Pepe Nero” di Montella e per i vini di Donnachiara, l’azienda vitivinicola del Gruppo Petitto.

Share this post