Più ricerche hanno rilevato che nell’ultimo anno l’e-commerce ha avuto in Italia una crescita a doppia cifra, ma sono le imprese del Sud quelle che stanno puntando di più sulle vendite online e vedono con ottimismo il proprio futuro. È quanto emerge da una recente ricerca commissionata da eBay a Human Highway, che fa un’analisi dello stato delle imprese italiane che vedono online, da cui emerge uno stato di salute delle imprese del Sud, che grazie all’e-commerce e alle innovazioni della logistica riescono a superare (o comunque ad arginare) l’annoso problema dell’isolamento geografico e infrastrutturale.

Il commercio online crea posti di lavoro e questo fenomeno avviene soprattutto al Sud e nelle isole, dove la percentuale di aziende che vendono su eBay e impiegano almeno quattro persone è del 70%, il dato più alto di tutta Italia. Se a questo si unisce il fatto che le regioni del Sud sono più presenti su eBay, si comprende quanto l’e-commerce stia progressivamente creando ricchezza nel meridione, che si traduce in un maggior numero di imprese e di posti di lavoro.

Secondo la stessa ricerca, è la Campania la regione leader del commercio su eBay. È prima infatti per numero di venditori professionali (16,8% del totale su eBay), prima per fatturato generato (27,2%) e per numero di venditori professionali che esportano all’estero (20,6%). Ma le altre regioni del Sud non stanno a guardare.

Se prendiamo l’indicatore del fatturato, alla Campania (leader con il 27,2%) fanno seguito la Lombardia (11,4%, unica regione del Nord in top 5), la Puglia (10,4%), il Lazio (9,6%) e la Sicilia (8,8%). Bene anche l’export delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno: alla Campania seguono di nuovo Lombardia 11,5%), Puglia (9,7%), Lazio (8,9%) e Sicilia (8,7%). Più in generale, l’81% delle piccole e medie imprese del Sud punta sull’export come canale per incrementare le proprie vendite online, contro la media nazionale del 77%.

Il commercio online e una piattaforma innovativa come eBay hanno quindi contribuito alla creazione di nuova ricchezza e posti di lavoro, unitamente al superamento dell’isolamento geografico e logistico del meridione e alla crescita dei settori ICT, trasporti ed energia di alcune aree del Meridione. Le innovazioni nel campo dell’e-commerce non hanno riguardato infatti la sola creazione di un nuovo canale di vendita, ma anche di nuovi servizi legati alle spedizioni. La stessa piattaforma eBay offre ad esempio il gestore spedizioni, un sistema realizzato da Packlink, che consente di spedire tutti gli ordini di eBay da un unico pannello di controllo, semplificando in questo modo le spedizioni e la logistica.

Tutte queste funzioni sono disponibili anche su Packlink.it, dove è possibile accedere a tutti i servizi di spedizione e-commerce dei principali corrieri italiani, comprese Poste Italiane. Il primo gestore italiano di servizi postali ha infatti una presenza capillare anche al Sud, con gli uffici postali presenti da sempre nei principali centri abitati e non solo. Le tariffe di Poste Italiane presenti su Packlink sono particolarmente vantaggiose, con i servizi di Crono Express e Crono Internazionale che consentono di spedire in Italia e all’estero in tempi rapidi. I due servizi comprendono anche il ritiro dei pacchi in azienda, ideale per tutte quelle PMI che spediscono tutti i giorni o quasi.

Questo nuovo scenario porta le piccole e medie imprese del Sud a guardare con maggiore ottimismo al futuro. Non solo rispetto a qualche anno fa, ma anche rispetto ai colleghi del Centro e del Nord. Un’altra ricerca commissionata da eBay a Human Highway mostra infatti che il grado di ottimismo verso il futuro del proprio business online aumenta man mano che ci si avvicina al Sud e alle Isole: sono ottimiste il 77% delle imprese del Nord Est, 84,5% del Nord Ovest, 85,5% del Centro Italia, 89,2% del Sud e addirittura 100% delle Isole.

E a quanto pare, si tratta di un ottimismo non tanto (o non solo) di natura “culturale”, ma basato sui fatti. Come abbiamo già visto, sono proprio le imprese del Sud che operano su eBay ad avere un maggior numero di addetti, a realizzare maggiori fatturati e ad esportare di più all’estero, per cui non possono che guardare con ottimismo al futuro e alle nuove sfide dell’economia digitale.

One Comment to: E-Commerce, il futuro delle imprese del Sud è nel commercio online