Il sindaco di Lecce perde la maggioranza e si dimette

Il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, alla guida di una coalizione di centrosinistra, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica anticipando di pochi minuti il deposito delle firme di 17 consiglieri del centrodestra che lo sfiduciato avviando cosi’ le procedure per lo scioglimento del Consiglio Comunale. Salvemini ha annunciato le dimissioni subito dopo l’approvazione del bilancio (passato con 15 voti del centrosinistra e l’astensione di 16 consiglieri di opposizione) motivando la decisione con la presa d’atto di non avere piu’ il sostegno della maggioranza dei consiglieri.

Share this post