CBgAFCJWYAEQQsX

Prosegue la partnership tra Napoli Comicon (Salone internazionale del fumetto in programma a Napoli dal 30 aprile al 3 maggio) e l’Aeroporto Internazionale di Napoli con una mostra di 12 splendide illustrazioni che il presidente  di Comicon 2015,  Milo Manara, ha realizzato ispirandosi ai segni dello Zodiaco. I viaggiatori in transito su Napoli, sia in arrivo che in partenza, potranno ammirare il tratto unico del maestro veronese nell’attesa del proprio volo, per un viaggio a fumetti tra la fantasia e il sogno, da oggi primo aprile fino al 2 giugno.

“Napoli Comicon”, si legge in una nota, continua a portare il fumetto al di fuori degli spazi ufficiali del Salone per estendere la manifestazione in altre zone della città. Per questo anno sono confermate le collaborazioni con gli istituti di cultura e di lingua esteri: il Goethe Institut, l’ Institut Francais, l’Istituto Cervantes.

Al Goethe Institut sarà visitabile una mostra di tavole originali dedicata a Jens Harder e ai suoi ultimi fumetti, Alpha e Beta, ancora inediti in Italia. L’Institut Francais ospita il disegnatore e illustratore Jacques de Loustal che terrà una speciale lezione per giovani studenti partenopei. Allo stesso Loustal e ai suoi famosi Carnet de Voyages è dedicata una mostra alla galleria Hde di Napoli.

All’Istituto Cervantes si potrà invece visitare un’esposizione dedicata al festival di letteratura e arti varie “La Semana Negra” diretto da Angel de la Calle; in mostra manifesti, foto, materiale video e tavole originali, che completa un complesso programma di eventi organizzati per accendere l’attenzione sul Festival asturiano.

Intanto nelle moderne sale dellOrdine dei Giornalisti della Campania, frequentate quotidianamente da giornalisti, ma pur sempre aperte ad un pubblico curioso e attivo in città, dal 30 marzo al 31 maggio saranno esposte le attualissime tavole realizzate con tratto semplice e colori vivaci, dagli autori dell’ormai noto Charlie Hebdo, periodico settimanale satirico francese, a conferma della volontà dell’Ordine dei Giornalisti della Campania di sostenere, insieme al Comicon, messaggi di impegno civile. In mostra 9 copertine realizzate proprio dagli autori vittime dell’attentato del 7 gennaio: Charb, Cabu, Wolinski, Tignous e Philippe Honoré.