I fondali della baia di Miseno e di Marina Grande, a Bacoli, sono stati ripuliti dai sub del Cral Selenia del Fusaro con l’ aiuto dei volontari di associazioni ambientaliste tra cui il Nucleo Ambientale Volontario e l’associazione di Protezione Civile Falco. Una giornata intensa di lavoro ha permesso di liberare i fondali dell’antica Misenum, dove sono presenti ancora interessanti testimonianze romane, da decine di reti da pesca, centinaia di nasse, boe galleggianti, gomme d’auto, cavi elettrici e materiale plastico abbandonati sugli arenili o trasportati dalle correnti d’acqua. I volontari, circa 50, hanno operato in sintonia con gli uomini della Capitaneria di porto di Baia, della Guardia di Finanza di Nisida ed il gruppo “Canoa club” di Bacoli.

Tutto il materiale raccolto e’ stato trasportato sulla banchina della Guardia di Finanza di Miseno e consegnato alla “Flegrea Lavoro Spa”, azienda che cura la raccolta differenziata a Bacoli. I rifiuti sono stati successivamente catalogati per lo smaltimento. L’iniziativa, che fa seguito ad analoghi interventi di volontari sugli arenili flegrei delle scorse settimane, rientrava nell’ambito della quarta edizione di ‘Manutenzione Ambiente-mare’ organizzata con il patrocinio della Sovrintendenza ai Beni Archeologici flegrei, dell’Ente Parco Campi Flegrei e del Comune di Bacoli.