carditello

«Entro giugno – annuncia il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini al termine di una riunione che si è tenuta presso Mibact sul futuro del real sito – sarà siglato l’accordo tra Mibact, Regione Campania e Comune di San Tammaro che segnerà l’avvio del progetto di valorizzazione ed accoglienza della Reggia». L’accordo, hanno condiviso tutti i partecipanti, servirà a definire gli obiettivi comuni di valorizzazione e sarà il primo passo di un percorso che porterà alla restituzione della Reggia al territorio. Seguirà una fase programmatoria, nella quale si elaboreranno i piani strategici di sviluppo culturale e si definiranno i compiti della Fondazione Carditello a cui sarà affidata la messa in atto delle attività di valorizzazione.

«Quella di oggi – ha commentato Franceschini – è stata una riunione molto importante perché siamo finalmente passati dalle parole ai fatti e abbiamo individuato un percorso preciso che porterà alla rinascita della Reggia di Carditello in continuità con il lavoro fatto nel passato del ministro Bray». Alla riunione convocata al Mibact erano presenti insieme al ministro, al segretario generale del ministero Antonella Recchia e al direttore generale Musei Ugo Soragni, anche l’assessore al turismo della Regione Campania, Pasquale Sommese, il Sindaco di San Tammaro Emiddio Cimmino, l’ex ministro Massimo Bray e i rappresentanti di Agenda 21, il coordinamento delle associazioni che da anni si stanno battendo per salvare la Reggia di Carditello.