Gianni Lettieri, addio al Comune

Gianni Lettieri, imprenditore e candidato sindaco sconfitto per due volte da Luigi de Magistris, conferma – in una lettera al quotidiano Il Mattino – di volersi dimettere dal Consiglio comunale, che definisce “ridotto a mero teatrino di favori ad amici e ad amici degli amici, di spartizione di incarichi e di poltrone”.

Nel 2011 e nel 2016 Lettieri, a capo della coalizione di centrodestra, giunse al ballottaggio con de Magistris e in entrambe le occasioni non fu eletto. La scorsa consiliatura e’ stato leader dell’opposizione in aula, mentre nelle ultime settimane non ha fatto mistero dell’intenzione di lasciare. Intenzione ora confermata, con un duro attacco a de Magistris e alla maggioranza. “Non posso sopportare l’idea di dover condividere anche solo un istante di piu’ la sala del Consiglio comunale con chi usa il potere concessogli dai cittadini per fare gli interessi di pochi eletti, con chi presenta bilanci poco chiari e trasparenti, con chi prende in giro i napoletani”.

“Non voglio mischiarmi – scrive ancora Lettieri – a chi lascia intere zone in mano a camorristi e spacciatori senza muovere un dito, a chi lascia interi quartieri nel degrado assoluto, a chi utilizza ed aizza giovani antagonisti e violenti contro lo Stato e le forze dell’ordine”.

Vai a TOP